Bit 2018, tour del Molise in versione realtà virtuale

CAMPOBASSO – Una ‘immersione’ nella regione che questa volta, anziché raccontare il territorio e le sue eccellenze con le immagini, la fa vivere con le esperienze. Alla Bit di Milano edizione 2018 il Molise si presenta in versione realtà virtuale e con un effetto cupola che ricorda i planetari.

Lo stand raddoppia, la spesa resta la stessa dello scorso anno, con 120mila euro, e a oggi le piccole e medie imprese che hanno aderito sono 73, mentre i comuni, anche dell’entroterra, 58. Le novità con cui la Regione Molise arriva alla fiera del turismo (11-13 febbraio 2018) sono state illustrate in una conferenza stampa a Campobasso dal presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura, e dal Commissario Straordinario dell’Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo di Termoli, Remo Di Giandomenco.

“Raccontiamo una terra che esiste orgogliosamente”, ha affermato Frattura che ha indossato il visore e ha fatto un tour virtuale. Quattro gli apparecchi che da Milano porteranno in pochi istanti il visitatore in Molise. Nei visori, il racconto delle eccellenze seguirà quello delle quattro stagioni: per ognuna ci saranno le immagini relative a ciascun luogo, dal mare alla montagna ai Comuni, come Termoli, luogo di nascita di Jacovitti, o Sant’Elia a Pianisi per Padre Pio, o Capracotta per il tartufo, fino a Sepino con la sua città romana di Altilia, lungo le pendici del Matese, solo per citare alcuni siti.

Inoltre mettendosi sotto la cupola che verrà montata alla Bit si avrà la sensazione di essere immersi nei paesaggi e nei centri del Molise. “Partecipiamo alla Bit 2018 con uno spirito imprenditoriale e un racconto che si innova”, dice il presidente Frattura, sottolineando che “la Regione è al fianco delle aziende”.

“Abbiamo messo al centro la stagionalità – spiega Di Giandomenico – e puntiamo sulla curiosità e sull’interesse”. Stessi ingredienti che hanno fatto registrare un boom sulla costa.

“Ai Comuni chiediamo di portare materiale che già hanno mentre agli imprenditori i loro prodotti che potranno vendere in fiera”. Ci sarà anche uno ‘sportello’ e-commerce per poter già proporre alla Bit pacchetti turistici.