In difesa della Valle del Tammaro e Parco Matese: svolta un’assemblea popolare

In difesa della Valle del Tammaro e Parco Matese: svolta un'assemblea popolareSASSINORO – Nella Palestra Comunale di Sassinoro si è tenuta ieri sera un’affollata Assemblea Popolare in cui sono intervenuti il Presidente della Comunità Montana Alto Tammaro, Antonio Di Maria, i Sindaci di numerosi Comuni della provincia di Benevento posti a confine con il Molise,il consigliere regionale del Molise, componente della Commissione Ambiente, Michele Patraroia, rappresentanti di associazioni imprenditoriali, professionali, artigianali, turistiche, commerciali e agricole, per dire NO alla realizzazione nel Comune di Sassinoro di un impianto di trattamento di 22 mila tonnellate annue per la frazione umida dei rifiuti.

Per fermare questo insediamento inopportuno, sbagliato e dannoso per le comunità locali, il Sindaco di Sassinoro, Pasqualino Cusano, ha presentato ricorso alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed il 20 febbraio si terrà a Roma presso il Dipartimento per il Coordinamento Amministrativo di Palazzo Chigi la prima sessione per affrontare il problema.

Al fine di ampliare le forze istituzionali, sociali, imprenditoriali e di tutela ambientale, che si oppongono a quest’ennesima devastazione di un territorio inserito nel Parco Nazionale del Matese per il proprio pregio ambientale, naturalistico e paesaggistico, il Sindaco ha convocato un Consiglio Comunale aperto tenutosi per l’appunto ieri sera nella Palestra Comunale per stilare un verbale da inviare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e fermare l’iter autorizzativo della Regione Campania per costruire l’impianto.

Il consigliere regionale del Molise, Michele Petraroia, ha protocollato agli atti della seduta del Consiglio Comunale la propria nota del 30 gennaio 2018 esplicitando le ragioni di un danno arrecato a tutta la Valle del Tammaro e al Parco Nazionale del Matese compresi i territori contermini del Molise, impegnandosi a sostenere le azioni di lotta e la mobilitazione popolare in ogni sede.