Isernia, controlli antidroga: due persone nei guai

Dall’inizio dell’anno cinquantasette le persone finite nella rete dei Carabinieri per reati in materia di stupefacenti

sequestro hashish

ISERNIA – Continuano senza sosta i controlli antidroga predisposti dai Carabinieri in tutta la provincia di Isernia, con particolare riferimento alle zone di confine con la provincia di Caserta. E proprio a Sesto Campano, comune limitrofo a quelli dell’alto casertano, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile territorialmente competenti, hanno intercettato un’autovettura con due persone a bordo, entrambi 20enni, provenienti dalla vicina Regione Campania.

Da una perquisizione personale e veicolare, sono saltati fuori alcuni involucri contenenti hashish, che erano stati abilmente occultati all’interno di pacchetti di sigarette.

La droga è stata sottoposta a sequestro, mentre i due dovranno rispondere di detenzione illegale di stupefacenti. Ulteriori indagini sono in corso per accertare il canale di rifornimento delle dosi e a chi fossero eventualmente destinate. Dall’inizio dell’anno, con quest’ultima operazione, salgono a cinquantasette le persone finite nella rete dei Carabinieri del Comando Provinciale di Isernia, per reati in materia di stupefacenti.

Un’attività quotidiana, che ha avuto il suo massimo epilogo con l’operazione denominata in codice “new opening”, che lo scorso 18 aprile ha consentito di smantellare una rete criminale che utilizzava anche minori per lo spacacio di stupefacenti. Cinque le persone arrestate dai militari del Nucleo Investigativo, tra i quali anche la nipote di elementi di vertici del “clan Spada”, operante nella zona del litorale di Ostia, dove veniva acquistata la droga per poi essere spacciata nel territorio isernino.