Isernia, dieci persone denunciate per furti, truffa e spaccio

carabinieri e droga Sequestrata hashish e marijuana, recuperata refurtiva

ISERNIA – Nell’ambito di una serie di operazioni predisposte dai Carabinieri in varie zone della provincia di Isernia, in particolare per contrastare fenomeni di microcriminalità e di illegalità, dieci persone sono state denunciate per reati che vanno dal furto aggravato alla truffa, dai reati in materia di stupefacenti a quelli in materia di armi.

Eseguiti anche numerosi sequestri e recuperata refurtiva di ingente valore. Ad Isernia, due 20enni del posto, sono stati denunciati dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, per il furto di capi di abbigliamento asportati da un negozio ubicato nel centro cittadino. I due sono stati bloccati dai Carabinieri, subito dopo aver asportato merce per un valore di alcune centinaia di euro. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita al legittimo proprietario.

sequestro capiA Frosolone, un 50enne del luogo, è stato denunciato dai militari della locale Stazione, perché ritenuto responsabile del furto di prodotti agricoli asportati dall’interno di un camion adibito al trasporto della merce, mentre ancora ad Isernia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno denunciato un 45enne del luogo, per sottrazione di cose sottoposte a sequestro. Quest’ultimo, faceva sparire due autovetture, che gli erano state affidate in custodia giudiziaria dopo essere state sottoposte a sequestro preventivo. A Venafro, i militari della locale Stazione, denunciavano un 48enne ed un 25enne, entrambi di origine Calabrese, per truffa e frode informatica ai danni di una donna del posto. I due, attraverso artifizi e raggiri, si facevano versare la somma di quattrocento euro su carta postepay, quale corrispettivo del pagamento di un ciclomotore messo in vendita online, poi scoperto essere inesistente.

A Cantalupo nel Sannio, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 22enne del posto, per detenzione illegale di sostanze stupefacenti, il giovane è stato trovato in possesso di alcune dosi di marijuana, sottoposte a sequestro. E, stessa sorte è toccata ad un 25enne di Ciorlano, in provincia di Caserta, beccato dai militari del locale Nucleo Operativo e Radiomobile, nei pressi di Sesto Campano, mentre trasportava a bordo della propria autovettura alcuni involucri contenenti sostanze stupefacenti del tipo marijuana. Anche in questo caso la droga è stata sottoposta a sequestro, mentre sono in corso ulteriori indagini per accertare la provenienza e la destinazione delle dosi rinvenute.

E ancora per detenzione illegale di stupefacenti è finito nei guai un 24enne di Marigliano, in provincia di Napoli, bloccato dai militari della locale Stazione, nel territorio di Sesto Campano, a bordo di un’autovettura, mentre trasportava alcuni involucri contenenti hashish e marijuana, sottoposti a sequestro. Infine a Venafro, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 46enne del posto, per detenzione illegale di munizioni. L’uomo, aveva occultato all’interno dell’autovettura su cui viaggiava, ottanta cartucce calibro 22, illegalmente detenute. Le munizioni sono state sottoposte a sequestro, mentre sono in corso indagini per accertarne la provenienza e quale ne fosse l’utilizzo.