Isernia, furto, spaccio ed altri reati, nove persone denunciate dai Carabinieri

recupero refurtiva IserniaRecuperata refurtiva e sottoposte a sequestro varie dosi di marijuana

ISERNIA – É di nove persone denunciate all’Autorità Giudiziaria il bilancio complessivo delle attività condotte dai Carabinieri nelle ultime ore in varie zone della provincia di Isernia, al fine di contrastare fenomeni di criminalità, quali i furti e lo spaccio di stupefacenti, tra i reati considerati di particolare allarme sociale. A Frosolone, i militari della locale Stazione, hanno denunciato una 25enne di Napoli, per furto aggravato commesso all’interno del garage di un’abitazione privata. La donna dopo aver forzato la porta d’ingresso, asportava materiale per l’equitazione ed altri oggetti preziosi, per un valore complessivo di oltre quattromila euro.

La refurtiva è stata interamente recuperata dagli stessi Carabinieri e restituita al legittimo proprietario. Ad Isernia, una 40enne del posto, con a carico precedenti per furto in abitazione ed esercizi commerciali, è stata invece denunciata dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, per inottemperanza alle prescrizioni di una misura cautelare cui la stessa era stata sottoposta a seguito dei predetti reati. A Venafro, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno denunciato un 43enne del posto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, nel corso di una perquisizione, è stato trovato in possesso di involucri contenenti varie dosi di “marijuana”, per un peso complessivo di oltre quindici grammi, un bilancino di precisione e altro materiale per la pesatura e il confezionamento delle dosi.

Sia la droga che il materiale rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro, mentre sono in corso ulteriori indagini per accertare la destinazione dello stupefacente, presumibilmente a giovani acquirenti provenienti dai comuni della provincia “pentra”, e da quelli confinanti della vicina provincia di Caserta, quali Capriati a Volturno, Ciorlano e Prata Sannita. Qualche anno fa il 40enne fu arrestato proprio a Prata Sannita dai Carabinieri di Piedimonte Matese, mentre era intento a spacciare dosi di eroina, cocaina ed hashish. Infine a Rionero Sannitico, i militari della locale Stazione, hanno denunciato sei giovani, tutti di età compresa tra i 20 e i 30 anni, di origine nordafricana, i quali per futili motivi, avrebbero proferito minacce nei confronti del titolare di una struttura ricettiva presso la quale sono ospitati.