Isernia, identificato il terzo componente della banda specializzata nei furti alle “slot machines”

foto furto slot machinesProseguono le operazioni di controllo su tutto il territorio dei Carabinieri. In manette uno “spacciatore”

ISERNIA – É stato identificato dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Isernia, anche il terzo componente della banda specializzata nei furti alle slot machines. Lo scorso mese di ottobre, nell’ambito di una attività di contrasto al fenomeno dei cosiddetti reati predatori, gli stessi militari avevano denunciato una coppia di pregiudicati, ritenuta responsabile di furti commessi all’interno di sale gioco.

I due, in particolare, si erano resi protagonisti di un furto di una somma contante di circa seimila euro, asportata da un apparecchio cambiamonete e di uno strumento erogatore di monete, del valore commerciale di circa quattrocento euro, dall’interno di una sala giochi gestita da una società con sede ad Isernia. I malfattori, un 25enne ed un 24enne della provincia di Campobasso, presumibilmente coinvolti anche in altri quattro furti analoghi, verificatisi durante l’anno in corso, in provincia di Isernia, furono identificati grazie alla comparazione dei fotogrammi estrapolati dalle immagini del sistema di videosorveglianza installato presso l’attività commerciale e le foto segnaletiche acquisite dai Carabinieri tramite la banca dati delle Forze di Polizia, nonché da alcune testimonianze assunte dagli stessi Carabinieri.

arresto spacciatore a IserniaLo sviluppo delle indagini ha portato ora alla identificazione di un terzo componente della banda, un 22enne anch’egli della provincia di Campobasso, che fungeva da “palo”, mentre gli altri due complici portavano a segno i colpi. I tre componenti della banda dovranno rispondere tutti del reato di concorso in furto aggravato. Nel corso della mattinata i Carabinieri hanno inoltre eseguito un arresto per spaccio di sostanze stupefacenti, nei confronti di un 30enne di Agnone, con a carico precedenti per furto aggravato e altri reati contro la persona, il patrimonio ed in materia di droga e armi. I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia alto molisana, hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione, emesso a seguito di indagini che avevano permesso di accertare il coinvolgimento del 30enne in un’attività di cessione di stupefacenti del tipo “crack” ad alcuni giovani acquirenti isernini e delle province della vicina Regione Abruzzo.

Il giovane, dopo le formalità di rito, è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Isernia. Intanto su tutto il territorio della provincia di Isernia continuano le attività di prevenzione predisposte dai Carabinieri proprio per garantire sicurezza e tranquillità ai cittadini residenti, posti di blocco infatti sono stati istituiti nelle ultime ore in tutte quelle zone ritenute più sensibili, in particolare quelle di confine con la provincia di Caserta, 80 sono stati i veicoli controllati e 105 le persone, tra conducenti e passeggeri, identificate, mentre erano in transito sulle strade di collegamento con i Comuni di Capriati al Volturno, Gallo Matese, Letino, Ciorlano, Presenzano e San Pietro Infine. Contestate 15 violazioni alle norme sulla sicurezza stradale e sottoposti a sequestro due veicoli privi di copertura assicurativa.