Regionali, Di Pietro gela il centrosinistra: “Grazie ma non mi candido a governatore”

CAMPOBASSO – Antonio Di Pietro ha rifiutato la candidatura del centrosinistra per la presidenza della Regione Molise. “No grazie”, ha detto l’ex pm di Mani Pulite ieri sera in un intervento telefonico alla trasmissione ‘Moby Dick’ su Telemolise.

“Sono arrivato da poco (a Montenero di Bisaccia, suo paese natale, ndr) per potare l’olivo e devo sistemare la campagna”, ha risposto Di Pietro a una domanda sulla candidatura.

Una doccia fredda per il centrosinistra molisano che, a poco meno di due settimane dalla presentazione delle liste per le regionali, si ritrova punto e a capo.

Secondo indiscrezioni, Di Pietro avrebbe comunicato già nel pomeriggio il suo rifiuto motivandolo con la sensazione di non sentire la piena fiducia di LeU. Un aspetto smentito dai vertici dell’Ulivo.2, come ribadito al tavolo del centrosinistra riunito oggi a Campobasso.

Il “niet” di Di Pietro è giunto in maniera indiretta dopo i passi indietro annunciati dall’attuale presidente della Regione Paolo di Laura Frattura (Pd) e da Roberto Ruta, senatore uscente del Pd, candidato dalla coalizione di centrosinistra ‘Molise 2.0’ al vertice di Palazzo Vitale.