Trivellazioni a largo delle Tremiti: pericoli per il turismo molisano

Termoli (CB) – Ha scatenato non poche polemiche il Decreto dei Ministri Prestigiacomo e Galan, con il quale si autorizza la ricerca di idrocarburi al largo delle Isole Tremiti.pagliai

A nulla è servita la positiva valutazione di impatto ambientale del progetto della Pretroceltic Italia, che dava il via libera alle trivellazioni in mare in un’area di 730 chilometri quadrati, a 26 Km dalle Isole Tremiti.

Dopo il parere negativo della provincia di Campobasso e del Comune di Termoli, a far sentire la sua voce è stata l’Associazione Ecologisti Democratici del Molise, che ha presentato un’interrogazione alle massime istituzioni regionali, al fine si conoscere le iniziative di salvaguardia del territorio e, di conseguenza, calcolare le ripercussioni sul turismo della nostra regione.

Dopo il no del sindaco Di Brino in sede di Giunta Comunale, anche il Governatore della Regione Puglia, Nicki Vendola, si oppone alla caccia al petrolio e fa un appello ai colleghi di Abruzzo e Molise affermando: ““Strano, infatti, che da queste due Regioni non sia arrivato nessun parere nell’ambito della procedura di valutazione di impatto ambientale”.

Attualmente i rappresentanti dei Consigli regionali di dieci Regioni hanno depositato in Cassazione sei quesiti referendari contro le trivellazioni entro le 12 miglia e sul territorio, esse sono : Basilicata, Marche, Puglia, Sardegna, Abruzzo, Veneto, Calabria, Liguria, Campania e Molise. I sei quesiti chiedono l’abrogazione di un articolo dello Sblocca Italia e di cinque articoli del decreto Sviluppo. Questi ultimi si riferiscono alle procedure per le trivellazioni.