In arrivo più investimenti per le infrastrutture ferroviarie molisane e abruzzesi

TrenoCAMPOBASSO – “Gli aggiornamenti conto 2016 al Contratto di Programma pluriennale tra Ministero dei Trasporti ed RFI ufficializzano una nuova fase di investimenti per l’ammodernamento delle linee ferroviarie di Abruzzo e Molise: queste sono le scelte che danno prospettiva ai nostri territori”. Questo il commento di Amelio Angelucci, Segretario Generale Aggiunto della Cisl Trasporti di Abruzzo e Molise, alla luce delle recenti modifiche apportate al portafoglio investimenti relativo al potenziamento e allo sviluppo infrastrutturale della Rete convenzionale di RFI.

“62 sono i milioni di euro in più stanziati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e 24 quelli degli Enti Locali, il tutto per avviare e completare opere come la velocizzazione della Pescara–Roma, la Venafro–Termoli, l’efficientamento del raccordo con il Porto di Vasto e l’elettrificazione e velocizzazione della Roccaravindola–Isernia–Campobasso. Tutte opere che contribuiranno a rendere più competitive le Regioni di Abruzzo e Molise e che si innestano in contesti di più ampio respiro che vedono il Gruppo Ferrovie dello Stato attore principale dei necessari investimenti sia infrastrutturali che produttivi”.

Per Angelucci, infatti, “non va dimenticato che a tutto questo si deve aggiungere la recente sottoscrizione del Contratto di Servizio tra Regione Abruzzo e Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia per il TPL su ferro e il ruolo che necessariamente dovrà avere RFI nell’ambito della messa in sicurezza delle linee regionali. Aspetti, questi, che danno certezza occupazionale e modernizzazione del trasporto ferroviario, entrambi elementi di cui Abruzzo e Molise hanno assoluto bisogno”.