Basket: Amatori Pescara – Air Termoli 68-56, molisani battuti in trasferta

TERMOLI – La gara tra Amatori Pescara ed Air Basket Termoli, giocatasi ieri a Pescara, termina 68-56 per gli abruzzesi. Parte forte la squadra molisana che, dopo i primi 2 punti del match siglati da Taglieri, piazza il parziale di 7-0 che costringe l’Amatori a rincorrere. A metà tempino si arriva però in parità, con una bomba di Corbinelli ed il dominio di Mbaye sotto i tabelloni a caratterizzare lo strappo biancorosso. Dalla panchina coach Verderosa trova la solidità di De Lutiise la freschezza di Di Fabio, ma la seconda metà di tempino, non memorabile sul piano dell’intensità, è connotata dal nuovo tentativo di allungo molisano che si concretizza nel 15-13 con il quale l’Air chiude in vantaggio i primi 10 di gioco.

Il secondo quarto si apre con il sorpasso di De Lutiis, grazie ad un 3/4 dalla lunetta, e con sprazzi di buon basket targato Amatori. La difesa biancorossa spinge gli ospiti in più di una circostanza a forzare le giocate, ma Marinaro tiene a galla i suoi dai 6,75 proproo quando i padroni di casa sembravano poter piazzare il break. A metà tempino Razzi decide di lasciare il primo segno sul match con una bomba aperta che consente a Pescara di mantenersi avanti nel punteggio. L’Amatori è viva e mantiene alta la concentrazione, come nei desiderata del suo tecnico. Una tripla di Cefaratti e una super giocata di Mbaye, che chiude la metà di gara a quota 12 punti personali, firmano il massimo vantaggio Amatori sul 33-25. 5 punti finali di Marinaro, con preghiera sulla sirena ascoltata dagli Dei del basket, portano le squadre all’intervallo sul 35-30 per i ragazzi del presidente Cicconetti.

Al rientro dagli spogliatoi prosegue il monologo di Mbaye, con 6 punti in un minuto e mezzo, e la seconda bomba di giornata di Cefaratti “costringe” Termoli a chiamare timeout sul -12 (44-32). Gueye e Marinaro provano a guidare la rimonta e con pazienza certosina Termoli si porta sul -5, mantenendo viva una partita che vive di fiammate su ambedue i fronti. L’Amatori però tiene alta la tensione agonistica e chiude il terzo parziale sul 52-47.

L’ultimo quarto è di vera battaglia. Un gioco da tre punti di Razzi consente in avvio di mantenere due possessi pieni di vantaggio ad un’Amatori che poi ritrova un Mbaye dominante sotto canestro e una buona fluidità di gioco. Il nuovo allungo biancorosso è la diretta conseguenza della crescita del collettivo, nonostante Termoli con coraggio e grinta rimanga aggrappata alla gara. Il finale, tuttavia, è di marca pescarese. Finisce 68-56 tra gli applausi del pubblico di fede biancorossa.