Campobasso, anello del quartiere San Giovanni: se ne parla in Consiglio Comunale

9

giuseppe amorosa

Amorosa: “Tutti i percorsi individuati sono stati preventivamente condivisi durante il processo partecipativo con le associazioni”

CAMPOBASSO – Nel corso della seduta odierna del Consiglio Comunale di Campobasso, l’assessore ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica, Giuseppe Amorosa, ha avuto modo di illustrare rispondendo all’interrogazione posta in merito dalla consigliera del PD, Bibiana Chierchia, le linee guida dettate dall’Amministrazione relative all’anello del quartiere “S. Giovanni”.

“Le linee guida relative all’anello del quartiere “S. Giovanni” – ha spiegato l’assessore Amorosa – hanno il principale obiettivo di sviluppare nuove sensibilità nei cittadini circa la cura e utilizzo degli spazi pubblici, in primis le aree verdi. Infatti, il cerchio interessa ben tre parchi urbani importanti, Parco urbano Scarafone, Parco Ungaretti e Parco Eduardo De Filippo.

Oggi possiamo dire che gli interventi e le azioni interconnesse, rientrano ampiamente nel Cantiere della Transizione, che è stato totalmente finanziato, lo scopo fondamentale è quello di ridurre il disagio abitativo e insediativo, incrementando la qualità della vita.

Nell’ottica della riqualificazione del Terminal, – ha aggiunto Amorosa – verrà realizzata o ampliata una rete sistematica di percorsi pedonali e ciclopedonali che consentirà spostamenti con modalità innovativa e sostenibile tra le varie zone della città, andando a migliorare le aree periferiche dei popolosi quartieri di San Giovanni e Colle dell’Orso, zone sud ed est di Campobasso cosiddette “marginali” e “periferiche”, a cui sono legate anche problematiche sociali, connettendoli al nuovo centro e alla zona universitaria e, da qui, alla “storica” area centrale.

I percorsi potranno essere utilizzati per gli spostamenti sistemici e giornalieri a piedi, in bici, in monopattino e anche per quelli legati all’attività motoria o ludica.

Gli stessi sono stati progettati per collegare il Terminal bus con il parco Scarafone, Università, centro, Via Basilicata, via Campania, via Toscana, via De Santis e via S. Giovanni.

Tutti i percorsi individuati – ha sottolineato l’assessore – sono stati preventivamente condivisi durante il processo partecipativo con le associazioni “Vivi Colle dell’Orso”, “Il Nostro Quartiere San Giovanni”, “Malatesta” e con la parrocchia di “San Giovanni Battista”.

All’interno della rete di percorsi pedonali e ciclopedonali troviamo la riqualificazione del terminal bus, parco Scarafone, del patrimonio edilizia sociale di Via San Giovanni, di Via Liguria, Via Toscana, edilizia sociale dello IACP, riqualificazione piscina comunale, valorizzazione Convento S. Giovanni ed aree limitrofe, Teatro Greco Parco S. Giovanni, Piazza Multimediale “Agorà” – Tetto green – Coworking, per un costo complessivo ammontante a 15.000.000 €. Invitalia ha in fase di ultimazione una procedura di gara per lotti geografici, per il compimento di accordi quadro con più operatori economici per l’affidamento di lavori e servizi di ingegneria e architettura, l’Amministrazione Comunale può affidare direttamente agli Aggiudicatari Interventi PINQuA- PNRR quali: lavori, servizi di ingegneria e architettura, oppure entrambi gli interventi.

Inoltre, – ha ricordato Amorosa – il Comune di Campobasso è rientrato nella graduatoria finale ammesso al finanziamento, risultando beneficiario di un importo totale di € 865.672,00, relativamente alla progettazione definitiva ed esecutiva per l’intervento “Campobasso Città accogliente, attrattiva e vivibile: riqualificazione del Terminal Bus e del Parco Urbano Scarafone”, ed è in corso la progettazione. Quanto è stato programmato in questo primo periodo della nostra consiliatura sta avviandosi a realizzazione e, a breve, saranno affidati i lavori per la progettazione in corso ed eseguiti appalti integrati per le altre opere da concludere.”