Campobasso, Gravina: “Tre giorni di stasi per quel che riguarda i casi positivi”

33

sociale iban

Il primo cittadino: “In questi giorni di grande emergenza si è messo in moto il cuore grande della nostra città”

CAMPOBASSO – Nessun nuovo caso positivo da Covid-19 a Campobasso per il terzo giorno consecutivo. I dati diffusi dall’Asrem mostrano anche per la giornata di mercoledì 8 aprile il prolungamento di un dato che resta comunque sempre fortemente in bilico, visti i tanti tamponi che vengono processati con una certa continuità dall’ASREM e che possono far modificare il quadro generale della situazione in qualsiasi momento.

“Abbiamo avuto tre giorni di stasi per quel che riguarda i casi positivi riscontrati in città e c’è da dire che dall’inizio del mese di aprile, sostanzialmente, i numeri sono stati sempre molto contenuti e, soprattutto, i casi sono risultati, secondo quando riportato dall’ASREM, circoscritti a cluster conosciuti e delimitati. – ha dichiarato a fine giornata il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina Siamo però informati del fatto che ci sono diversi tamponi ancora da processare e che riguardano anche residenti della nostra città e fra l’altro non è il caso di farsi illusioni, perché un’emergenza sanitaria così grande potrà scemare definitivamente solo nel medio e lungo periodo. Certo accogliamo con piacere i risultati parziali di questi giorni, con ben 208 tamponi processati nelle ultime ventiquattr’ore e nessun positivo riscontrato su Campobasso, ma che nessuno pensi che questi dati possano essere motivo per allentare la presa proprio in questa Settimana Santa. Il distanziamento sociale in questa settimana deve continuare ad essere la priorità. Pasqua e lunedì di Pasquetta vanno trascorsi come gli altri giorni che stiamo trascorrendo durante questa emergenza. Non ci sono deroghe possibili all’isolamento e anche nei prossimi giorni nessuno deve muoversi dalla propria abitazione e, lo ripeto, non devono essere tantomeno ritenute possibili adunanze condominiali o familiari. Le Forze dell’Ordine controlleranno ogni spostamento in modo rigoroso”.

“In questi giorni di grande emergenza – ha aggiunto in conclusione il sindaco – si è messo in moto il cuore grande della nostra città. Cittadini, piccoli commercianti, media e grande distribuzione, aziende, tutti insieme, in silenzio, hanno messo in campo, in maniera spontanea, una vera e propria gara di solidarietà per alleviare le difficoltà dei concittadini più deboli donando beni di prima necessità che stanno permettendo a tante famiglie di fronteggiare la quotidianità e a questi vanno aggiunte le donazioni che vengono effettuate sul conto corrente attivato dal Comune di Campobasso per la raccolta Fondi per l’emergenza Covid19, destinata al sostegno al reddito di persone, operatori economici e partite IVA residenti nel territorio cittadino e che versano in particolare difficoltà economica”.

Si ricorda che è in questo caso possibile effettuare una donazione attraverso:

· Bonifico Bancario

Intestatario: Comune di Campobasso
Causale: Raccolta Fondi per l’emergenza Covid-19
Codice Iban: IT77M0200803813000105890430

· Carta di credito ed altri sistemi di pagamento accedendo al sistema PagoPA.

Privati ed imprese potranno beneficiare di sgravi fiscali per la loro solidarietà.