Campomarino, porto di armi od oggetti atti a offendere: denunciato 47enne

23

mazza baseball sequestrataCAMPOMARINO – A conclusione di accertamenti seguiti a controlli su strada svolti nell’ambito di servizi perlustrativi nel Comune di Campomarino (CB), i militari della locale Stazione Carabinieri, dipendente dalla Compagnia di Termoli (CB), hanno fermato in quel centro abitato un’autovettura condotta da un 47enne originario della provincia di Foggia ma residente da tempo in quel centro, già titolare di precedenti di polizia.

Lo stesso, al momento del controllo, appariva agitato e non in grado di giustificare la sua presenza sul posto; pertanto gli operanti decidevano di procedere a perquisizione personale e veicolare d’iniziativa, rinvenendo all’interno dell’abitacolo del mezzo una mazza da baseball in alluminio lunga 64 centimetri di cui l’uomo, nella circostanza, non era in grado di giustificare il porto.

Quanto rinvenuto veniva pertanto sottoposto a sequestro penale in attesa di essere depositato presso il competente ufficio corpi di reato mentre il 47enne, appurate le sue chiare responsabilità in relazione alla violazione dell’articolo 4 della Legge 110/1975, veniva deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Larino (CB) poiché ritenuto responsabile del reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Proseguiranno diuturnamente anche nei prossimi giorni, nell’ambito delle più ampie direttive impartite dal Comando Provinciale Carabinieri di Campobasso, le incisive attività di controllo del territorio da parte della Compagnia di Termoli, allo scopo di preservare efficacemente l’ordine e la sicurezza pubblica, sempre più spesso minacciati da reati come quello per cui si è proceduto nel caso di specie.