Capracotta è al 77% di differenziazione dei rifiuti

CAPRACOTTA – A Capracotta, in un anno di differenziata porta a porta, sono stati raggiunti risultati importanti: si è, infatti, quasi al 77% di differenziazione dei rifiuti. Soddisfatto il sindaco Candido Paglione: “Non c’è dubbio che si tratta di un risultato straordinario, soprattutto se pensiamo che siamo ancora nella fase di rodaggio e che si può ancora migliorare con la collaborazione di tutti. Il risultato è stato raggiunto soprattutto per l’impegno costante e per il senso di responsabilità dimostrato”.

L’introduzione della raccolta differenziata porta a porta ha determinato, tra l’altro, un calo sensibile nella produzione complessiva dei rifiuti: la produzione di indifferenziato è scesa, infatti, dalle oltre 400 tonnellate degli anni precedenti alle 70 tonnellate attuali. E si è verificato anche un sensibile calo della produzione totale dei rifiuti, che sono passati dalle oltre 500 tonnellate del 2016 alle 330 tonnellate del 2018. Il prossimo obiettivo sarà quello di ridurre ulteriormente la produzione di indifferenziato, soprattutto nei mesi di maggiore presenza turistica.

“E’ evidente – aggiunge Paglione – che con questi dati siamo incoraggiati non solo ad andare avanti, ma a provare a perfezionare complessivamente il servizio. E poi, diciamola tutta: abbiamo un paese oggettivamente più pulito e accogliente. Il solo fatto di non vedere più i vecchi cassonetti è motivo di soddisfazione e contribuisce a rendere l’intero assetto urbano migliore rispetto al passato. Questi numeri pongono Capracotta in alto nella classifica regionale dei Comuni virtuosi e la candidano al premio di “Comuni ricicloni” che Legambiente assegna a chi è capace di simili performance”.