Cibo sintetico, giunta regionale contro il suo ingresso sul mercato

14

toma cavaliere

CAMPOBASSO – Fronte compatto della Giunta regionale che ha approvato all’unanimità, su indicazione dell’Assessore alle politiche agricole e agroalimentari, Nicola Cavaliere, la delibera finalizzata a sostenere azioni mirate a contrastare l’ingresso nel mercato di cibo sintetico.

“Un provvedimento, a dir poco necessario, che si unisce alla petizione della Coldiretti nazionale e regionale, condivisa da molti Comuni molisani, e che punta a sostenere il Made in Italy e le aziende italiane attraverso la richiesta di una legge che vieti la produzione, l’utilizzo e la commercializzazione di cibo sintetico nel nostro Paese” si legge nella nota “Nell’ambito della medesima iniziativa, un’ulteriore criticità è rappresentata dal sistema di etichettatura, denominato “Nutriscore”, che si concentra esclusivamente su un numero molto limitato di sostanze nutritive, escludendo in tal modo prodotti ad alto livello qualitativo, tipici della dieta mediterranea e della tradizione agroalimentare italiana”.

Il Presidente della Giunta regionale, Donato Toma, ha relazionato sull’argomento portato in discussione dall’Assessore Cavaliere e approvato dall’Esecutivo con il chiaro obiettivo di rafforzare le azioni di tutela dell’intera filiera delle produzioni enogastronomiche, dall’agricoltura all’allevamento, e di schierarsi contro alcune iniziative di paesi europei che vanno in direzione diametralmente opposta.

“Sono fermamente convito della necessità di fare tutto ciò che rientri nelle nostre possibilità per contrastare il pericolo reale dell’arrivo sulle nostre tavole di cibo prodotto in laboratorio – ha sottolineato l’Assessore Cavaliere – Abbiamo il dovere di tutelare, nonché di valorizzare, il lavoro di agricoltori e allevatori che da sempre garantiscono cibi sani e genuini, ottenuti nel rispetto della natura e delle norme che preservano il benessere animale”.