Concorso “Le parole della cura”: premiati gli studenti del Liceo D’Ovidio

27

premiazione d'ovidio zoom

LARINO – Ancora un premio prestigioso per gli studenti del Liceo “F. D’Ovidio”, dell’Omnicomprensivo Magliano di Larino, che con il lavoro “Cibo ed arte” si sono aggiudicati il primo premio nel Concorso Nazionale “Le parole della cura”, promosso dalla LILT.

Giovedì 16 novembre, in collegamento con le diverse LILT del territorio nazionale e con le scuole che aderiscono al progetto “guadagnare salute con la Lilt-Miur”, si è svolto sulla piattaforma zoom l’evento nazionale di premiazione, guidato e condotto dalla dottoressa Sandra Bosi della LILT di Reggio Emilia in qualità di presidente di giuria. Gli studenti della classe 4A Carmen Pastorini, Dario Sabetta, Roberto Topolino, Sara Prisco, Michelangela Zeoli, Francesco Brunetti e Paolo Spina, peer educator del Liceo, con grande consapevolezza ed efficacia hanno raccontato come l’idea progettuale sia scaturita dal desiderio di comunicare il messaggio sulla prevenzione della malattia oncologica attraverso la corretta alimentazione, utilizzando l’impatto emotivo e l’efficacia comunicativa delle immagini artistiche, insieme alla scelta di fotografare loro stessi in comportamenti alimentari “amici” o “nemici” della salute. Il lavoro affronta anche la tematica dei disturbi alimentari e la tematica del body shaming e del cybebullismo di toccante attualità.

Insieme ai complimenti, alla targa e al premio in denaro, agli studenti e alle docenti Gizzi e Greco che li hanno guidati, è stato comunicato che il lavoro premiato sarà inserito all’interno dei materiali didattici fruibili da tutte le scuole d’Italia che aderiscono al progetto “guadagnare salute con la Lilt-Miur”.

Un sodalizio davvero importante quello del Liceo D’Ovidio con la LILT che negli anni ha visto gli studenti realizzare video, cortometraggi e attività che sono state sempre oggetto di fantastici e prestigiosi riconoscimenti nazionali, ma che, soprattutto, attraverso i PCTO svolti nel Centro LILT Luoghi di prevenzione di Larino e grazie alla proficua alla proficua collaborazione con la dottoressa Franchella e con gli operatori Mattia Scipioni e Pierangela Antonecchia della sezione provinciale LILT di Campobasso, permette agli studenti di vivere un approccio innovativo alla tematica delle life skills, diventando loro stessi promotori di salute all’interno della realtà scolastica.