Coronavirus: primo caso a Campobasso, è un giovane rientrato nei giorni scorsi da Milano

123

CAMPOBASSO – Primo caso a Campobasso di positività al Coronavirus. È uno studente universitario rientrato nei giorni scorsi da Milano. È ricoverato all’ospedale ‘Cardarelli’.

Il giovane aveva comunicato di essere rientrato in Molise, come spiegato dal dg dell’Asrem Oreste Florenzano: “Il ragazzo di Campobasso risultato positivo al Coronavirus si era segnalato, aveva contattato in un secondo momento i numeri telefonici ‘dedicati’ per chiedere una maggiore assistenza ed era stato visitato da operatori del 118”.

“Il medico – aggiunge – non ha ritenuto che i sintomi fossero tali da richiedere un ricovero in malattie infettive e per questo il ragazzo è rimasto in sorveglianza domiciliare. Poi autonomamente ha deciso di recarsi in ospedale, dove c’è la tenda del pre triage, che allo stato attuale non era operativa. Ma – sottolinea il manager – va detto che il personale del Pronto soccorso aveva gli strumenti adeguati per gestire anche questo specifico caso. Non c’è stato, dunque, alcun inquinamento dell’ospedale, grazie anche alla solerzia e alla diligenza degli operatori e del responsabile del 118”. Florenzano ha anche precisato che è stata ricostruita la catena dei contatti avuti dal ragazzo “e abbiamo posto le idonee misure”.

Aggiunge il governatore Donato Toma: “Sono circa 400 le persone che, nei giorni scorsi, hanno fatto rientro in Molise dalle zone rosse e arancioni del Nord Italia. Per esse la raccomandazione è sempre la stessa: comunicare il loro rientro, laddove non lo avessero ancora fatto, non muoversi assolutamente da casa per tutto il periodo della quarantena, evitare qualsiasi contatto al di fuori della propria abitazione, anche con i parenti più stretti, raccordarsi costantemente con le autorità sanitarie”.