Corte dei Conti, procuratore Molise: “Organico sottodimensionato”

23

CAMPOBASSO – Nel corso del 2021 la Procura regionale presso la Sezione Giurisdizionale per il Molise della Corte dei Conti ha aperto 608 procedimenti istruttori, effettuato 651 richieste istruttorie, disposto 571 archiviazioni. Sono alcuni dati che emergono dalla relazione del procuratore regionale, Salvatore Nicolella, diffusi nel corso dell’inaugurazione dell’Anno giudiziario 2022. Al 31 dicembre 2021 risultavano giacenti, complessivamente, 2.598 fascicoli istruttori.

“Al riguardo – ha precisato Nicolella – i totali riportati risultano, nonostante l’Ufficio abbia proseguito/incrementato nell’anno di riferimento, e ancora coltivi nella attualità, l’attività legata al progetto per lo smaltimento dell’arretrato e l’efficientamento dei processi, promosso dal Segretariato Generale”.

La “pesante situazione delle giacenze di fascicoli” è stata determinata “dalle difficoltà di smaltimento dovute alla carenza di personale, cui si aggiunge una costante e corposa quantità di denunce che vengono nel tempo acquisite con ritmo costante”. Il procuratore ha inoltre evidenziato “il notevole carico di lavoro che grava sulla Procura regionale per il Molise, a fronte di un ambito territoriale di competenza esteso a tutto il territorio regionale e di un organico, magistratuale e amministrativo, ben al di sotto di quello degli Uffici dell’Autorità giudiziaria ordinaria appare sicuramente sottodimensionato”.