FlixBus amplia le tratte con l’Abruzzo, confermato il collegamento Pescara-Termoli

21

flixbusTERMOLI – In vista dell’estate, FlixBus torna a scommettere su Pescara e porta a circa 80 il numero delle località collegate con la città. L’estensione delle tratte permetterà ai passeggeri pescaresi di ampliare le proprie opportunità di viaggio, e allo stesso tempo consentirà ai visitatori di raggiungere più facilmente il territorio. Inoltre, FlixBus consolida la rete sull’intero territorio regionale, potenziando le tratte fra diversi centri abruzzesi e le altre regioni italiane (Molise compreso), oltre che i Paesi vicini.

Anche quest’estate, infatti, la società si propone come soluzione di viaggio ideale sia per i visitatori italiani sia per chi arriva dall’estero grazie a un sistema di prenotazione pratico e disponibile in 30 lingue anche su sito e app, coerentemente con la volontà di supportare attivamente il turismo incoming contribuendo alla valorizzazione del patrimonio locale. A sua volta, il consolidamento in Abruzzo rientra in una generale espansione della rete a livello nazionale, perseguita, come sempre, nel rispetto di un esaustivo protocollo di sicurezza e con un occhio di riguardo per i medi e piccoli centri: non a caso, il 40% delle fermate FlixBus in Italia si trova in località con meno di 20.000 abitanti.

In linea con l’importanza di nodo strategico riconosciuta a Pescara, FlixBus porta a circa 80 il numero delle località collegate con la città, potenziando inoltre le tratte già esistenti. In primo luogo, nelle prossime settimane verrà innalzata la frequenza sui collegamenti attivi con importanti città italiane: il numero delle connessioni giornaliere con Roma (a circa 2 ore e mezza) passerà da 3 a 6, quello delle tratte attive con Napoli salirà da 3 a 4. Inoltre, la frequenza delle connessioni con Fiumicino passerà da 4 a 5 tratte giornaliere, mentre i collegamenti per Ciampino saliranno a 4 rispetto ai 3 già disponibili. Fra le città collegate con Pescara, anche Bologna (fino a 5 corse al giorno), Milano (fino a 3 corse al giorno), Ancona, Firenze, Perugia, Torino e Bari.

Il consolidamento di queste tratte permetterà a Pescara di beneficiare di nuovi arrivi dall’intero territorio nazionale, con possibilità di ricadute positive a livello di turismo locale. Viceversa, i passeggeri pescaresi potranno usufruire del servizio FlixBus per raggiungere città d’arte come Verona, Siena, Assisi, Macerata e Caserta e rinomate destinazioni balneari come Rimini, Civitanova Marche e Termoli a cui si aggiungeranno, dal 17 giugno, cinque località del Gargano fra cui Vieste e Peschici. Dal 24 giugno, invece, sarà possibile arrivare senza cambi a Urbino, centro universitario di spicco, nonché meta culturale di grande richiamo, e in Sicilia, grazie ai collegamenti diretti in partenza con Messina, Catania e Acireale.

Ma Pescara si riconferma anche uno snodo importante sulle direttrici del turismo internazionale che attraversano l’Abruzzo, grazie ai collegamenti attivi con la Svizzera e la Germania: infatti, è possibile raggiungere dal capoluogo, senza alcun cambio, Lugano, Zurigo e cinque città tedesche fra cui Monaco di Baviera e Francoforte. Gli autobus di FlixBus servono Pescara sia dal terminal di Corso Vittorio Emanuele (antistante la stazione di Pescara Centrale), strategico per i passeggeri in partenza dal centro cittadino, sia in prossimità del casello di Pescara Nord, in una posizione ideale per chi si mette in viaggio dai comuni di Montesilvano e Città Sant’Angelo, oltre che dal basso Teramano.