Francesca Colavita da oggi è Ambasciatrice della Regione Molise nel mondo

38

CAMPOBASSO – “Non rispondo a domande su vaccini e argomenti di attualità”. Riservata e abbottonata, Francesca Colavita si ‘concede’ per qualche attimo ai giornalisti nel giorno in cui è stata insignita dell’onorificenza del Consiglio regionale di ‘Ambasciatrice del Molise nel mondo 2020’. “Sono molto emozionata e orgogliosa ringrazio tutti per questo riconoscimento”, le sue prime dichiarazioni. Un giorno tornerà per dare un contributo anche al Molise? “Lo spero, vediamo, adesso il mio impegno è allo Spallanzani nell’ambito delle malattie infettive emergenti, l’impegno è ancora tanto”.

Si sta lavorando ad una possibile cura del Covid? “Gli studi sono tantissimi – le sue parole – abbiamo le armi che tutti conosciamo, gli studi andranno avanti”. Cosa ha insegnato questa pandemia? “Ci ha insegnato che è importante essere pronti e investire su determinati aspetti anche in tempo di ‘pace’. Ricerca e sanità, che poi è il bene più comune”.

Archiviato l’incontro con i giornalisti, subito dopo c’è stata la fase ufficiale della cerimonia con la consegna della pergamena e un breve discorso: “Sono andata via dal Molise per ragioni di studio e poi per lavoro – le sue parole – ma il mio sentimento di orgoglio e legame è sempre forte. Un sentimento di fierezza e appartenenza ad una comunità con valori solidi che ho ritrovato in tanti molisani che ho incontrato”.