Isernia, controllo straordinario del territorio con Nucleo Cinofili

54

controlli carabinieri isernia

ISERNIA – I Carabinieri della Compagnia di Isernia nella serata di ieri hanno effettato un servizio straordinario di controllo del territorio nell’ambito cittadino con la collaborazione dei militari del Nucleo Cinofili di Chieti e del cane antidroga “Baghera”, con finalità anticrimine, per contrastare i reati di microcriminalità, furti in appartamento e contrasto alla guida in stato di alterazione psicofisica oltre allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Sono stati effettuati numerosi controlli preventivi ai molti veicoli in transito estesi in zone dov’è maggiormente possibile individuare consumatori di stupefacenti. L’attività di controllo ha impegnato 17 carabinieri ed 8 automezzi specificatamente dedicati, in aggiunta ai normali servizi presenti sul territorio.

Nell’ambito dei controlli è stato fermato il conducente di un’autovettura che alla vista del posto di controllo aveva cercato di defilarsi sorpassando un autovettura che lo precedeva per allontanarsi da quel luogo. Tale improvvisa manovra non è sfuggita al militare selettore delle autovetture da controllare che ha immediatamente fermato l’autovettura, una vecchia Ford Fiesta, nel cui interno sedevano due giovani.

Il cane Baghera ed il suo conduttore hanno iniziato le preliminari verifiche tese all’eventuale rinvenimento di sostanze stupefacenti. Da subito il cane dotato di una finissima capacità olfattiva aveva fiutato qualcosa all’interno, abbaiando ripetutamente per segnalarla al militare.

Al disotto del tappetino del lato guida è stata rilevata la presenza di un coperchio in plastica di piccole dimensioni verso cui il cane si era lanciato. Sollevato è stata scoperta un’intercapedine dal cui interno sono state estratte numerose bustine in plastica contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana per un peso complessivo di 12 grammi circa, destinate alla cessione a terzi su cui era impresso anche il prezzo di vendita.

Il conducente proprietario dell’auto, il quale ha dichiarato che le dosi erano nella sua esclusiva disponibilità, è stato denunciato all’A.G. per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e l’autovettura sequestrata.

Nel complesso sono state controllate una cinquantina di autovetture e sessanta persone. Sono state elevate 10 contravvenzioni per inosservanze del codice della strada per mancato uso di cinture ed in particolare per utilizzo del telefono cellulare alla guida, comportamento che risulta, come noto, una delle cause principali dei sinistri stradali laddove si consideri che per comporre un numero di telefono occorrono in media sette secondi, dieci per digitare un messaggio. Momenti preziosi, in cui lo sguardo non è rivolto alla sede stradale mentre il veicolo continua ad essere in movimento percorrendo, a seconda della velocità, anche alcune centinaia di metri.