Isernia, rispetto degli orari di chiusura: sanzionato titolare di un locale

110

Durante una serie di controlli dei Carabinieri di Isernia sono stati trovati sette clienti all’interno del locale dopo orario di chiusura

carabinieri iserniaISERNIA – I Carabinieri della Compagnia di Isernia continuano ad eseguire mirate verifiche, nel corso degli ordinari servizi giornalieri, finalizzate ad assicurare il puntuale rispetto delle disposizioni anti COVID-19 che disciplinano l’uso delle mascherine, vietano gli assembramenti ed impongono limitazioni ai gestori degli esercizi pubblici.

In particolare, i militari della Sezione Operativa del NOR hanno attenzionato numerosi esercizi pubblici della giurisdizione, al fine di riscontrare il rispetto dell’orario di chiusura e l’assenza di clienti all’interno.

Nel corso dei controlli, i Carabinieri, insospettiti dalla circostanza che in un locale, seppure la porta di accesso era chiusa lasciando intendere che non vi fosse alcuno all’interno, si intravedeva l’illuminazione proveniente dalle sale interne, eseguivano l’accesso all’esercizio pubblico accertando la presenza di 7 avventori, intenti a giocare a carte, biliardo ed a consumare bevande, noncuranti dell’orario di chiusura, con la compiacenza del titolare dell’esercizio che non li aveva invitati a lasciare il locale alle ore 18,00, così come determinato dalle vigenti disposizioni.

Tutti gli interessati sono stati pertanto contravvenzionati in via amministrativa con sanzioni di euro 400,00 ciascuno, per complessive euro 3.200,00, i cui verbali saranno rimessi alla Prefettura di Isernia, per le valutazioni di competenza, anche in ordine ad eventuali provvedimenti relativi alla chiusura dell’esercizio pubblico, quale sanzione accessoria.

L’opera di attenta e scrupolosa vigilanza dei Carabinieri di Isernia rimane alta e costante sull’intero territorio di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime aspettative di ordine e sicurezza pubblica dei cittadini e di fermo contrasto verso i comportamenti illegali.