Molise Cup, si decide ai rigori la 1° partita della Pol. Kalena 1924

kalena fiamma larino

Mister Anzivino: “Dobbiamo migliorare solo l’aspetto psicologico, abbiamo tutte le qualità per fare un ottimo campionato di prima categoria

CASACALENDA – È terminata con il risultato di 5 a 3, dopo i calci di rigore, il derby tra la Polisportiva Kalena 1924 e la Fiamma Larino nella prima partita di Molise Cup di domenica 30 settembre. Non sono bastati i 90 minuti regolamentari per decretare la vincitrice della sfida tra le due squadre bassomolisane. Così come prevede il regolamento, infatti, sul punteggio di 2 a 2, l’incontro è stato deciso ai rigori (3 a 1). Alla fine, due i punti conquistati dalla Kalena ed uno dal Larino.

Partita dura e molto fallosa, che ha visto gli ospiti andare subito a segno al 10° minuto con un gol da calcio d’angolo e, 12 minuti dopo, raddoppiare su punizione. I locali, che non sono scesi in campo concentrati al massimo, in doppio svantaggio, hanno iniziato a reagire e a spostare il baricentro in avanti. La Fiamma si è chiusa così nella sua metà campo ed ha iniziato ad innervosirsi. A 5 minuti dalla fine del primo tempo, per doppia ammonizione, il direttore di gara è costretto a tirare fuori il primo cartellino rosso. Il primo tempo si chiude così sullo 0 a 2.

Mister Maurizio Anzivino, all’esordio sulla panchina rossonera, striglia i suoi negli spogliatoi e chiede che si cambi atteggiamento in campo perché la squadra non merita la sconfitta.

Nella ripresa la Kalena torna sul rettangolo di gioco più decisa e, dopo 15 minuti, Choulibaly, lanciato in avanti solo, viene atterrato fallosamente dal portiere in area: rigore per la Kalena e cartellino rosso diretto per l’estremo difensore della Fiamma Larino. Ci pensa Michele Guglielmi a trasformare il penalty e a dimezzare lo svantaggio.

I padroni di casa sono carichi e sfruttano la superiorità numerica giocando sempre in avanti fino a dieci minuti dalla fine quando Brahima Choulibaly riesce a gonfiare la rete avversaria e riportare il risultato in parità, 2 a 2.

Prima del triplice fischio finale l’arbitro tira fuori un’altra volta il cartellino rosso e lascia gli ospiti in 8 in campo. Il regolamento della Molise Cup non prevede il pareggio tra i risultati possibili e nemmeno i tempi supplementari. Si passa così direttamente alla “lotteria” dei rigori. La Fiamma Larino ne trasforma solo uno e la Polisportiva Kalena, grazie anche a 2 parate del grande Pietro Saviano, ne realizza 3 e si aggiudica di fatto il match.

“Al cardiopalma il derby, – dichiara Mister Anzivino della Kalena – abbiamo sofferto molto il primo tempo e la partita è stata maschia. Ho notato che il nervosismo in campo era troppo accentuato e non portava benefici, così, nel secondo tempo, ho innestato giovani freschi e spinto in avanti la squadra e siamo riusciti in questo modo ad agguantare il meritato pareggio che ci ha portato ai rigori. Abbiamo fatto un duro lavoro di preparazione atletica dalla terza settimana di agosto e provato diversi schemi di gioco. La Società mi ha messo a disposizione una bella rosa di giocatori giovani e volenterosi. Dobbiamo migliorare solo l’aspetto psicologico, abbiamo tutte le qualità per fare un ottimo campionato di prima categoria e conto anche su una buona Molise Cup”.

Il prossimo appuntamento della Kalena con la Coppa Molise sarà a Guardialfiera il 7 ottobre mentre l’inizio del campionato di Prima categoria è fissato per il 14 ottobre.