Molise in zona gialla, ecco le principali regole da rispettare

87

CAMPOBASSO – Da lunedì 26 aprile il Molise sarà in zona gialla. Ecco le principali regole da rispettare:
– Coprifuoco, dalle 22 alle 5, che non cambia rispetto al passato. Possibilità di spostamento all’interno del Comune, tra Comuni diversi e tra Regioni dello stesso colore.
– Si può fare visita ad amici e parenti in non più di 4 persone, esclusi i minorenni.
– Riapertura ristoranti a pranzo a cena, ma solo all’aperto. Riaprono anche teatri, cinema e musei, ancora chiuse palestre e piscine.

SPOSTAMENTI

Ci si può spostare tra regioni purché si tratti di Regioni che si trovano in zona gialla. Nel caso degli spostamenti verso le regioni in zona arancione o rossa, essi dovranno essere effettuati per motivi di necessità, comprovati attraverso l’autocertificazione. Dopo le ore 22 è necessario munirsi di autocertificazione anche all’interno del proprio Comune.

SPOSTAMENTI VERSO LE SECONDE CASE FUORI REGIONE

Ci si può spostare, a prescindere dal colore della regione di provenienza e di quella di arrivo. L’importante è poter giustificare di avere il titolo per andare in quell’abitazione, verrà chiesto di compilare l’autocertificazione. La casa può essere di proprietà o in affitto, ma con un contratto stipulato prima del 15 gennaio. L’abitazione non deve essere abitata da altre persone non conviventi.

RICONGIUNGIMENTO E RITORNO ALLA RESIDENZA

Sono previsti i ricongiungimenti tra partner o coniugi ma solo nella residenza, domicilio o abitazione. Nello specifico la terza rappresenta il luogo dove si vive abitualmente. Il ritorno alla residenza è sempre consentito. Tutto a prescindere dal colore della regione.

RISTORANTI E BAR APERTI DAL 26 APRILE

Apertura prevista sia a pranzo che a cena, ma solo all’aperto. La misura è stata introdotta nel nuovo decreto Covid firmato dal presidente Mario Draghi. La riapertura dei ristoranti al chiuso, ma solo a pranzo, avverrà a partire dal 1 giugno. Resta invece sempre consentito il servizio di asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio.

RIAPERTURA MUSEI, CINEMA E TEATRI

Da lunedì 26 aprile saranno consentite le riaperture nelle Regioni in zona gialla, con regole stringenti. Dalla prenotazione dei posti a sedere alla distanza di sicurezza almeno un metro tra gli spettatori, la capienza delle sale non supererà il 50% del totale. Si prevede un massimo di 1000 persone all’aperto e 500 negli spazi chiusi, e bisognerà indossare la mascherina.

PARRUCCHIERI E BARBIERI APERTI

Non saranno oggetto di limitazioni: nelle zone gialle, quindi, continueranno a funzionare normalmente.

ATTIVITA’ COMMERCIALI

Restano aperti i negozi, stretta sui centri commerciali. Chiudono invece per tutti i centri commerciali nei festivi e pre festivi, dunque per i week end, perché considerate zone in cui c’è un alto rischio di assembramento; ma rimarranno aperti negozi alimentari, farmacie, parafarmacie ed edicole che si trovano al loro interno. Tutti gli altri negozi restano aperti, nel rispetto delle norme anti Covid vigenti.

SCUOLA IN PRESENZA E DIDATTICA A DISTANZA

Il decreto in vigore dal 26 aprile cambia anche le regole per la scuola. Didattica in presenza al 100% per le scuole primarie e secondarie di primo grado, mentre per le scuole superiori la didattica in presenza comprenderà dal 70% al 100% delle ore di lezione.