Nella Chiesa Madre di Capracotta ricordato il maresciallo Osman Carugno

33

CAPRACOTTA – “Una cerimonia bella e carica di emozioni quella che abbiamo vissuto oggi nella Chiesa Madre di Capracotta in memoria del maresciallo Osman Carugno, unico molisano “Giusto tra le Nazioni”. L’Italia ha tratto insegnamento dagli errori e dagli orrori del passato e ha saputo costruire la sua forza proprio sui valori della dignità umana, della libertà, della democrazia e del rispetto degli altri. Abbiamo ricordato quanto fatto dal nostro concittadino Osman Carugno per salvare dai campi di concentramento 38 profughi ebrei di origine slava, riuscendo a sottrarli all’arresto, facendoli nascondere per oltre un anno, fino al giorno della liberazione da parte degli alleati”.

Così il sindaco di Capracotta, Candido Paglione, presente all’evento odierno. “Ricordare sempre, coltivare la memoria, appunto, proprio per fare gli anticorpi contro i totalitarismi e tutte le forme di razzismo. E combattere l’indifferenza, perché, qualche volta, essa può essere più colpevole della violenza stessa. Nessuna amnesia e nessun negazionismo, dunque, ma una forte e rinnovata coscienza storica per non offuscare mai il ricordo di quelle atrocità. E’ successo e non deve essere dimenticato, perché potrebbe succedere ancora. Oggi abbiamo fatto davvero la cosa giusta!”, conclude il primo cittadino.