“Non c’è un battito da perdere”, presentato il progetto alla Pertone

16

non c'è battito da perdereCAMPOBASSO – Oggi, venerdì 19 novembre, all’Istituto Comprensivo Igino Petrone di Campobasso, si è svolta l’iniziativa “Non c’è un battito da perde” con la quale, il dirigente Giuseppe Natilli, ha voluto presentare il progetto di preparazione e aggiornamento continuo sul primo soccorso che il suo Istituto ha condotto, in collaborazione con Life AèD (associazione di volontariato e centro di formazione della Salvamento Academy srl, accreditata dalla regione Molise) e che dopo aver coinvolto tutto il personale scolastico ora verrà rivolto anche agli studenti.

A seguire, sono stati poi presentati i defibrillatori semiautomatici in dotazione dell’Istituto, momento conclusivo che è servito anche per ufficializzare l’importante identità di “Scuola Cardioprotetta” dell’Istituto Comprensivo Petrone. All’evento ha preso parte anche il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina.

“La formazione in ambito di primo soccorso è fondamentale sempre, ma ancora di più in luoghi come le istituzioni scolastiche nelle quali va garantita la massima attenzione per la sicurezza del personale, dei docenti e degli studenti che quotidianamente vivono in questi ambienti. – ha dichiarato il sindaco Gravina – Un intervento immediato, svolto secondo le procedure corrette che vanno divulgate il più possibile in ogni ambito, è dimostrato, salva vite umane e per questo il progetto che l’Istituto Petrone ha prodotto ha il merito di fungere da stimolo per l’attivazione di percorsi similari in tanti altri diversi luoghi della nostra comunità”.