Nuovo bocciodromo a Riccia: nasce la Bocciofila Riccese

66

bocciodromo riccia

Angelo Spina: “il bocciodromo, oltre a un luogo dove potranno praticare sport uomini, donne, giovani, meno giovani e diversamente abili, sarà un posto in cui trascorrere momenti di alta e sana socializzazione”

RICCIA – A Riccia è nata la Bocciofila Riccese, che a breve inizierà a svolgere la propria attività sportiva all’interno del bocciodromo di nuova costruzione, sorto a Colle della Macchia, sulla Collina del Benessere, a seguito della riqualificazione dell’intera area da parte dell’amministrazione comunale.

In Molise, quindi, si viaggia controcorrente con la costruzione di un nuovo bocciodromo e l’affiliazione di una nuova bocciofila. In un periodo in cui si registra una contrazione di tesserati e società, anche per via di quella necessaria opera di ammodernamento delle strutture sportive e delle stesse associazioni, portato avanti dalla Federazione Italiana Bocce, nella ventesima regione d’Italia il 20 gennaio 2020 si è affiliata la Bocciofila Riccese e, a breve, l’amministrazione comunale consegnerà alla neonata società il bocciodromo di nuova costruzione.

Il presidente della Bocciofila Riccese è Nicolino Vassalotti, il vice è Giuliano Panichella. “Siamo pronti per iniziare a divulgare la disciplina nella nostra cittadina, coinvolgendo donne e giovani”, il loro obiettivo.

Il primo consiglio direttivo della Bocciofila Riccese è formato, oltre da Vassalotti e Panichella, anche da Agostino Panichella, Francesco Saverio Fanelli (segretario), Roberto Fanelli (tesoriere), Luigi Coromano, Giuseppe Geremia, Pasquale Ursillo, Antonio Ricciardelli, Gianluca Viscusi e Crescenzo Paolo De Michele.

“Riccia è una cittadina dalle grandi potenzialità per il movimento boccistico molisano – ha affermato il presidente della FIB Molise, Angelo Spina – Diamo il benvenuto alla nuova società sportiva, che accogliamo con estremo piacere nella nostra famiglia, e ai soci che, a breve, diventeranno atleti a tutti gli effetti. In una nuova realtà è più semplice lavorare e credo che l’amministrazione comunale di Riccia abbia visto lungo quando ha deciso di scommettere sul bocciodromo. Nelle zone interne del Molise, infatti, non sono molte le possibilità di svago e di socializzazione. E il bocciodromo, oltre a un luogo dove potranno praticare sport uomini, donne, giovani, meno giovani e diversamente abili, sarà un posto in cui trascorrere momenti di alta e sana socializzazione, così come difficilmente avviene altrove”.

Riccia è un’area ad alta vocazione boccistica, seppur sprovvista di strutture idonee per praticare lo sport delle bocce. Sono centinaia, infatti, i giocatori di bocce. Un territorio dove l’alta vocazione della pratica della disciplina è frutto, come avveniva nel passato, dei tanti tornei che, ancora oggi, si disputano sui campi da bocce all’aperto che si trovano davanti ai bar. Dalla primavera all’autunno sono diverse le gare a cui partecipano i riccesi. Come è avvenuto nei decenni precedenti, le bocce a Riccia si giocano ancora per strada, dove tutti si fermano anche per soli cinque minuti a vedere i giocatori in campo. Un’azione di marketing, primordiale, che a Riccia ancora resiste.

Per anni i tanti appassionati hanno reclamato un bocciodromo, considerando che le strutture più vicine sono a Campobasso. L’amministrazione comunale di Riccia, così, ha finanziato l’opera, un bocciodromo con tre corsie da gioco, riqualificando l’intera area sportiva di Colle della Macchia.

L’ASD Bocciofila Riccese, già costituita in associazione dal 2009, si è affiliata per la prima volta alla Federazione Italiana Bocce e al Comitato Regionale Molise il 20 gennaio 2020. Una data storica per lo sport di Riccia. Sessantadue i soci, tutti di categoria D: un numero destinato a crescere. E, soprattutto, un gruppo di nuovi atleti, pronto a iniziare a partecipare alle gare ufficiali. L’interesse attorno alla nuova realtà sportiva, infatti, è particolarmente alto.