“Ralph” Porfily (Raffaele Porfilio) grande allevatore di pecore in Oregon

91

pecoreAGNONE – “Ralph” Porfily (Raffaele Porfilio) nacque ad Agnone, in provincia di Isernia, il 23 ottobre del 1860, da Raffaele (nato nel 1827) e Maria Domenica. I suoi genitori si erano sposati ad Agnone nel 1856. In casa Porfilio oltre a “Ralph” arrivarono altri otto figli: Maria Carmina (1857), Thomas (1858), Dionisio (1865), Carmela (1867), Cristina (1872), Maru Grace (1876), Theodore Vincent (1877) e Alfonso (1881). Il padre di “Ralph” era un contadino ed allevava bestiame. Fino all’età di ventuno anni “Ralph” aiutò il padre nel lavoro della campagna. Poi, nel 1881, decise di tentare il “sogno americano”.

All’inizio trovò occupazione della costruzione di una ferrovia in Pennsylvania. Successivamente si trasferì in Texas dove lavorò in una cava di pietra. Nel 1883 si mise in viaggio, a piedi, cercando nuovi lavori e nuove esperienze. Nel 1888 lavorò nelle miniere d’argento della California. Nel 1889 giunse la fortunata e merita svolta. Arrivò nella contea di Crook in Oregon dove trovò lavoro come pastore in un allevamento di pecore. Ben presto però fu in grado di avere un proprio gregge.

Ottenne il permesso del Governo e comprò dei terreni a circa quattordici miglia da Prineville sulla strada di Burns, e iniziò l’attività da solo. Divenne proprietario del più grande allevamento di pecore e mucche, della zona, ed ebbe anche una importante azienda agricola. Fu un grande successo ed arrivò ad occupare centinaia di uomini. Lui stesso a cavallo, come un vero “Cowboy”, radunava e controllava il bestiame al pascolo. Arrivò ad avere oltre ottocento ettari di terreno. Sposò Bertha Maben. “Ralph” Porfily morì nel 1931.

A cura di Geremia Mancini – presidente onorario “Ambasciatori della fame”