Richiesto lo stato di calamità, grandinate e vento hanno distrutto Venafrano e Basso Molise

VENAFRO – Coldiretti Molise esprime soddisfazione per l’approvazione, da parte della Regione, della richiesta dello stato di calamità a seguito di grandinate e trombe d’aria abbattutesi sul Venafrano e sul Basso Molise nella seconda settimana di luglio. Coldiretti aveva sollecitato l’assessore all’Agricoltura Nicola Cavaliere ad avviare verifiche per attivare i benefici previsti dal Fondo di solidarietà nazionale.

“Il quadro è stato apocalittico – dichiara il direttore regionale Coldiretti Aniello Ascolese – con alberi da frutto, impianti di vigneti e colture devastate da grandine e vento, e poi voragini e smottamenti. Un disastro naturale di dimensioni notevoli con danni incalcolabili per le imprese agricole”.

Coldiretti “auspica che il Governo, recependo la delibera della Regione, emani un decreto di declaratoria delle calamità, attivando il Fondo di Solidarietà nazionale che consenta alle imprese danneggiate di godere di tutti gli interventi di sostegno previsti dalla legislazione vigente”.