Riserva naturale foce del Trigno, “A spasso con Darwin”: tante sorprese per i partecipanti

riserva foce TrignoPETACCIATO – Mentre la Regione Molise riflette su come procedere, alla foce del Trigno 8 aironi cenerini, 11 garzette, 1 sgarza ciuffetto, 1 nitticora, 2 pantane, 10 germani reali, 1 tarabusino, 3 piro piro, 2 gallinelle d’acqua, 2 rigogoli hanno accolto i partecipanti alla manifestazione “a spasso con Darwin”.

La manifestazione, svoltasi il 29 luglio, organizzata a favore dell’istituzione della riserva naturale foce del Trigno ha riservato innumerevoli sorprese con tanta biodiversità.

Di seguito la nota di Ambiente Basso Molise:

“Sembrava quasi che gli animali visti durante la manifestazione chiedessero aiuto e tutela. Si una tutela che non arriva da nessuna parte e, soprattutto non arriva dagli organi preposti alla tutela e salvaguardia del territorio e della salute umana. Da due anni la richiesta del comune di Montenero di Bisaccia è ferma su qualche scrivania della Regione Molise e le tante Associazioni che hanno condiviso l’istituzione della riserva sollecitano ancora e fortemente la Regione Molise affinchè prenda una decisione.

La foce del fiume Trigno è importante sia per gli habitat naturali sia per le specie presenti oltre all’innumerevole importanza per i migratori che trovano, nella foce del Trigno, un luogo ideale per il riposo e ristoro dopo la migrazione. É un sito SIC che va tutelato e valorizzato e fino ad oggi questo non è avvenuto ma, va tutelato soprattutto per la salute dei suoi abitanti. É prioritario tutelare la salute umana, salvaguardare il proprio territorio favorendo la costituzione di aree protette, in questo modo si vengono a creare ricadute positive per l’economia locale e si incrementerà quel turismo “sostenibile” di cui tanto si parla ma che, in questa Regione, è sconosciuto.

Ai nostri amministratori chiediamo solo di difendere la biodiversità che non significa salvare un fiore, una pianta, un fiume o un uccellino, ma salvare il futuro della specie umana, salvare il futuro delle nuove generazioni, consentire di vivere in un luogo sano e pulito la propria gente. Ormai c’è larga consapevolezza che la tutela della natura, nella sua incredibile articolazione e complessità, è in primo luogo tutela della qualità del vivere umano. Presenta alla manifestazione l’assessore comunale Contucci Simona. Le numerose Associazioni che sostengono l’iniziativa del comune di Montenero di Bisaccia, in coro chiedono: Regione Molise se ci sei, batti un colpo!”.