Sbiancamento denti naturale: come funziona, tipi di trattamento

58

studio dentistico

Alcune domande più frequenti sul tema dello sbiancamento dentale secondo quanto riferiscono dal portale Neuromed

POZZILLI – Lo spazzolino e il filo interdentale sono gli alleati quotidiani per mantenere i denti luminosi, bianchi e sani. Tuttavia, se ti sembra che il tuo sorriso manchi di brillantezza e candore, non sei l’unico. Quando l’American Academy of Cosmetic Dentistry ha chiesto alle persone cosa vorrebbero migliorare del proprio sorriso, la risposta più comune è stata quella di avere denti più bianchi. Stai pensando anche tu allo sbiancamento dei denti? Ecco alcune delle domande più frequenti sul tema secondo quanto viene riferito sul portale di Neuromed.

A tal proposito ricordiamo che è possibile ricevere info ed effettuare prenotazioni presso il centro odontoiatrico chiamando il numero 0865.929730.

Perché i miei denti hanno cambiato colore?

Nel tempo, i tuoi denti possono passare da un bianco luminoso a un bianco meno candido per una serie di motivi:

  • Cibo e bevande: caffè, tè e vino rosso sono alcuni dei principali responsabili della colorazione. Cosa hanno in comune? Pigmenti di colore intenso chiamati cromogeni che si attaccano alla parte esterna bianca del dente (smalto).
  • Uso del tabacco: due sostanze chimiche presenti nel tabacco, catrame e nicotina, creano macchie ostinate sui denti. Il catrame è naturalmente scuro. La nicotina è incolore fino a quando non viene miscelata con l’ossigeno e si trasforma in una sostanza giallastra che macchia la superficie dentale.
  • Età: sotto il guscio esterno duro e bianco dei denti (smalto) c’è un’area più morbida chiamata dentina. Con il passare del tempo, lo strato di smalto esterno diventa più sottile con la spazzolatura e più visibile lo strato sottostante.
  • Farmaci: la perdita del naturale bianco dei denti può essere un effetto collaterale di alcuni antistaminici, antipsicotici e farmaci per l’ipertensione. Anche la chemioterapia e la radioterapia della testa e del collo possono rendere i denti più scuri.

Come funziona lo sbiancamento dei denti?

Lo sbiancamento dei denti è un processo che avviene attraverso l’azione di alcuni prodotti sbiancanti come perossido di idrogeno o perossido di carbamide, che vengono applicati dal dentista o dall’igienista dentale in precise quantità per ottenere nuovamente il bianco e naturale colore dei denti.

Lo sbiancamento funziona su tutti i denti?

No, lo sbiancamento non funzionerà su corone artificiali, faccette o otturazioni. Inoltre non sarà efficace se la discolorazione dei denti è causata da una lesione.

Quali sono le mie opzioni di sbiancamento?

  • Sbiancamento in studio:

Questa procedura è chiamata sbiancamento alla poltrona e di solito richiede una/due visite in studio. Il dentista applicherà un gel protettivo sulle gengive o uno schermo di gomma per proteggerle. Successivamente procederà con lo sbiancamento attraverso l’utilizzo dei due agenti sbiancanti.

  • Sbiancamento domiciliare

Il dentista può fornirti delle mascherine su misura per lo sbiancamento a casa. In questo caso, sarà lui stesso a fornirti le istruzioni su come posizionare la soluzione sbiancante nelle mascherine e per quanto tempo. Lo sbiancamento domiciliare può richiedere da pochi giorni a poche settimane.