“Sentinelle in civiltà”, il progetto di inclusività dell’I.C. John Dewey

9

banchi scuola

SAN MARTINO IN PENSILIS – L’inclusione scolastica rappresenta l’architrave dell’identità culturale, educativa e progettuale delle scuole, al punto da caratterizzarne nel profondo la mission educativa, attraverso un coinvolgimento diretto e cooperativo di tutte le componenti scolastiche e del territorio.

A fronte di questa nuova visione di scuola inclusiva – in cui il successo formativo riguarda tutti gli alunni e gli studenti, nessuno escluso – l’I.C. ‘John Dewey’ di San Martino in Pensilis ha aderito per l’anno scolastico in corso ad un’iniziativa formativa ed educativa, “Sentinelle della Civilta’, patrocinata dall’ Associazione Carrozzine Determinate e dall’Amministrazione Comunale di San Martino in Pensilis per attivare opportuni e significativi percorsi di sensibilizzazione, di informazione, di prevenzione e di contrasto a tutte le forme di discriminazione.

In linea con il modello bio-psico-sociale della disabilità, adottato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il progetto intende porre le basi affinché si abbattano le barriere che ostacolano la disabilità cominciando dalla cultura e iniziando dai più giovani. L’azione formativa prevede il coinvolgimento di 108 alunni di tutte le classi della Sc. Sec. di I grado del plesso di S. Martino in P., i docenti, i rappresentanti dei genitori e i componenti dell’Amministrazione comunale, abilmente guidati da Claudio Ferrante, Presidente dell’associazione Carrozzine Determinate, e Mariangela Cilli, Avvocato, esperta in normativa su inclusione e disabilità nonché Segretaria dell’Associazione Carrozzine Determinate.

Le attività si svolgeranno nell’auditorium della Scuola Primaria in tre date: 24 novembre, 2 e 14 dicembre in preparazione alla Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità del 3 dicembre, istituita nel 1992 dall’ONU.