Sistemazione di un tratto di viale Regina Elena a Campobasso

28

comune Campobasso logoCAMPOBASSO – Nella giornata di ieri è stata firmata un’ordinanza di Polizia stradale per la sistemazione di un tratto di viale Regina Elena a Campobasso. Vediamo di seguito il testo integrale.

IL DIRIGENTE

L’amministrazione comunale di Campobasso ha manifestato la volontà di invertire il verso di marcia di un tratto di viale Regina Elena, e precisamente da Piazza Falcone e Borsellino fino all’incrocio con via Scatolone. Questa variazione rispetto alla “Viabilità” attuale deve essere sperimentata per 60 giorni, salva diversa disposizione, al termine dei quali in caso di esito positivo (un più efficace e razionale flusso di traffico con tempi minori di percorrenza e quindi anche minore inquinamento), potrà considerarsi definitiva.

Gli interventi necessari al fine di detta variazione sperimentale, da attuare provvisoriamente con segnaletica mobile, sono i seguenti:

  • inversione del senso di marcia da Piazza Falcone e Borsellino verso viale Elena, con rimozione del relativo segnale di divieto di accesso e la collocazione di freccia direzionale;
  • divieto di accesso su viale Elena in corrispondenza di via Scatolone e via Albino per le auto provenienti da piazza Falcone e Borsellino e la collocazione del relativo divieto di accesso;
  • divieto di accesso su viale Elena in corrispondenza di via Scatolone e via Albino per i veicoli provenienti da viale Elena e la collocazione del relativo segnale di divieto di accesso;
  • divieto da viale Elena di svolta a destra verso via Albino e l’obbligo di svolta a sinistra verso via Scatolone per i veicoli provenienti da piazza Falcone e Borsellino, con la collocazione dei relativi segnali di divieto di svolta a destra e di obbligo di svolta a sinistra;
  • facoltà da viale Elena di svolta a sinistra verso via Albino e a destra verso via Scatolone per i veicoli provenienti da viale Elena, con la collocazione delle relative frecce direzionali;
  • obbligo su viale Elena, per i veicoli provenienti da piazza Falcone e Borsellino, di dare precedenza ai veicoli provenienti da viale Elena all’altezza dell’incrocio con via Scatolone e via Albino, con collocazione di relativo segnale;
  • collocazione di ogni ulteriore segnale utile e la rimozione di ogni segnale non più necessario sul tratto interessato;
  • inversione dell’orientamento degli attuali parcheggi evidenziati con vernice blu, in modo tale che possano accogliere veicoli provenienti da viale Principe di Piemonte e via Duca d’Aosta;
  • mantenimento degli eventuali stalli esistenti per carico e scarico e/o per soggetti portatori di handicap;
  • adeguamento della tempistica del semaforo collocato all’incrocio tra viale Principe di Piemonte e via Trivisonno;
  • collocazione di cartelli di “indicazione destinazioni” prima dell’incrocio tra viale Elena e via Verdone in modo tale da alleggerire il flusso di traffico su via Scatolone.

Visto l’art. 7 del C.d.S. D. Lgs. 30 aprile 92, n. 285;
Visto il Reg. di esecuzione ed attuazione del C.d.S. emanato con D.P.R. 16/12/1992, n. 495;
Visto l’art. 107 del T.U. delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, approvato con D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e successive modificazione ed integrazioni;

ORDINA

  • l’inversione del senso di marcia da Piazza Falcone e Borsellino verso viale Elena, con rimozione del relativo segnale di divieto di accesso e la collocazione di freccia direzionale;
  • il divieto di accesso su viale Elena in corrispondenza di via Scatolone e via Albino per le auto provenienti da piazza Falcone e Borsellino e la collocazione del relativo divieto di accesso;
  • il divieto di accesso su viale Elena in corrispondenza di via Scatolone e via Albino per i veicoli provenienti da viale Elena e la collocazione del relativo segnale di divieto di accesso;
  • il divieto da viale Elena di svolta a destra verso via Albino e l’obbligo di svolta a sinistra verso via Scatolone per i veicoli provenienti da piazza Falcone e Borsellino, con la collocazione dei relativi segnali di divieto di svolta a destra e di obbligo di svolta a sinistra;
  • la facoltà da viale Elena di svolta a sinistra verso via Albino e a destra verso via Scatolone per i veicoli provenienti da viale Elena, con la collocazione delle relative frecce direzionali;
  • l’obbligo su viale Elena, per i veicoli provenienti da piazza Falcone e Borsellino, di dare precedenza ai veicoli provenienti da viale Elena all’altezza dell’incrocio con via Scatolone e via Albino, con collocazione di relativo segnale;
  • la collocazione di ogni ulteriore segnale utile e la rimozione di ogni segnale non più necessario sul tratto interessato;
  • l’inversione dell’orientamento degli attuali parcheggi evidenziati con vernice blu, in modo tale che possano accogliere veicoli provenienti da viale Principe di Piemonte e via Duca d’Aosta;
  • il mantenimento degli eventuali stalli esistenti per carico e scarico e/o per soggetti portatori di handicap;
  • l’adeguamento della tempistica del semaforo collocato all’incrocio tra viale Principe di Piemonte e via Trivisonno;
  • la collocazione di cartelli di “indicazione destinazioni” prima dell’incrocio tra viale Elena e via Verdone in modo tale da alleggerire il flusso di traffico su via Scatolone.

DISPONE

Il presente provvedimento che sarà pubblicato on – line è altresì trasmesso:
– Al Sig. Sindaco;
– Urp;
– Alle forze di Polizia Territoriali competenti.

Eventuali veicoli in sosta non autorizzati saranno rimossi a mezzo carro attrezzi. Le infrazioni saranno punite secondo le norme previste dall’art. 7 del C.d.S. Il personale di cui all’art. 12 del D. Lgs n.285 del 30/04/1992, che espleta Servizi di Polizia Stradale di cui all’art. 11 del C.d.S., è incaricato della vigilanza per l’esatta osservanza della presente ordinanza.

AVVERTE

Ai sensi dell’art. 3 ultimo comma della legge 241/90, che contro il presente atto può essere presentato ricorso, alternativamente al T.A.R. competente, ai sensi del D. lgs. 104 del 2010, o al Presidente della Repubblica ai sensi dell’art. 8 del D.P.R. 24 novembre 1971, rispettivamente entro 60 gg. ed entro 120 gg. a decorrere dalla data di pubblicazione del presente atto.

É, altresì, ammesso, a norma di quanto previsto all’art. 37 del D.L. 285/92 e con le modalità indicate all’art. 74 del D.P.R. n.495/92, ricorso al Ministero dei Trasporti entro 60 gg. dalla data di pubblicazione.

Si precisa, che i lavori richiesti sono, in base al vigente contratto, a cura e spese del gestore della sosta a pagamento, il quale si occuperà anche del posizionamento della necessaria segnaletica mobile.