CVTà Street Fest 2018, Peroni main sponsor

CIVITACAMPOMARANO – Prodotta in Italia fin dal 1846 utilizzando esclusivamente Malto 100% Italiano, Birra Peroni è anche quest’anno al fianco del piccolo borgo molisano di Civitacampomarano (CB) in qualità di main sponsor dell’edizione 2018 del CVTà Street Fest, in programma dal 7 al 10 giugno. Italiana per eccellenza, da sempre simbolo del Made in Italy, Peroni conferma il suo sostegno ad un evento che nasce con l’obiettivo di contrastare – attraverso l’arte e la creatività – l’abbandono e lo spopolamento di un borgo che conserva, tra i suoi vicoli e nelle storie dei suoi abitanti, l’identità più vera dell’Italia nascosta.

Giunto alla terza edizione, negli anni il CVTà Street Fest ha visto nel lavoro degli Street Artist guidati dal direttore artistico, Alice Pasquini, un’opportunità per rivitalizzare il territorio, combattere il degrado, favorire il ripopolamento e la vivibilità dei luoghi.

Quella per l’Italia minore, a rischio scomparsa ma estremamente preziosa, è una passione che lega Peroni e il CVTà Street Fest, raccontata anche attraverso il nuovo spot, on air da marzo di quest’anno. Trenta secondi ambientati proprio tra i borghi e le campagne dell’Italia Centrale, luoghi che rappresentano l’ambiente naturale e culturale dove si forgia la qualità Peroni. Il viaggio della spiga d’orzo – l’insolita protagonista dello spot, che ripercorre le tappe e le fasi di produzione della birra – si conclude, infatti, proprio sugli speroni e i contrafforti rocciosi del borgo di Calcata. Un piccolo scrigno che – proprio come Civitacampomarano – rappresenta al meglio la bellezza più autentica del nostro Paese.

Peroni è la bionda italiana per eccellenza. Nata nel 1846, è una birra di alta qualità prodotta, oggi come allora, solo con ingredienti selezionati come il Malto 100% italiano, frutto di una speciale qualità di orzo seguito con cura durante tutte le fasi della filiera. Peroni, prodotta attraverso un processo a bassa fermentazione e con una gradazione di 4.7% vol., si distingue per il suo colore giallo paglierino e il suo gusto moderatamente amaro, equilibrato di luppolo e malto.

Foto di Alessia di Risio