Isernia, due persone denunciate per estorsione e violazione delle misure di prevenzione

FacebookTwitterGoogle+PinterestOknotizieWhatsAppLinkedInEmailPrintCondividi

carabinieri2Eseguiti anche numerosi controlli e sequestri sul territorio

ISERNIA – Nell’ambito di una serie di attività condotte dai Carabinieri in diverse zone della provincia di Isernia, due persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria, eseguiti accertamenti su diciotto pregiudicati sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari per reati che vanno dal furto alla rapina, dalla truffa allo spaccio di stupefacenti ed altri reati contro la persona ed il patrimonio, e attuati inoltre numerosi posti di blocco lungo le arterie principali del territorio.

Ad Isernia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno denunciato per estorsione un 20enne del posto, in quanto attraverso gravi minacce proferite nei confronti della madre, si era fatta consegnare da quest’ultima una somma in denaro, per acquistare sostanze stupefacenti. Le indagini sulla vicenda sono comunque ancora in corso anche per accertare se il giovane si era già reso protagonista di fatti analoghi mai denunciati in precedenza. Già nei prossimi giorni, a seguito dell’informativa redatta dai Carabinieri di Isernia, l’Autorità Giudiziaria potrebbe emettere una misura cautelare a carico del 20enne.

carabinieriA Venafro, i militari della locale Stazione, hanno invece denunciato un 29enne di Monteroduni, in quanto si è reso responsabile di violazioni alla misura di prevenzione del divieto di accedere a manifestazioni sportive. Il giovane, che doveva presentarsi in caserma negli orari prescritti in cui erano in svolgimento partite di calcio, almeno in tre circostanze nelle ultime settimane, ometteva di ottemperare a quanto disposto dal provvedimento del D.A.SPO.

Accertamenti sono stati eseguiti inoltre su diciotto persone attualmente sottoposte agli arresti domiciliari e posti di blocco sono stati attuati in varie zone della provincia, in particolare nel centro abitato di Isernia e lungo le arterie di collegamento con i paesi dell’alto Casertano, quali Capriati al Volturno, Gallo Matese, Letino, Presenzano, San Pietro Infine e Ciorlano, controllati 75 mezzi in transito, identificate un centinaio di persone tra conducenti e passeggeri, e sottoposti a sequestro tre veicoli privi di copertura assicurativa.

Close
error: Il contenuto è protetto!