Playout basket B interregionale, Isernia si fa onore a Pescara ma perde anche l’ultima

32

PESCARA – Al Palaelettra la Pescara Basket si impone 80-71 sulla New Fortitudo Isernia nell’ultima giornata dei playout di Serie B interregionale. E’ stata una gara scoppiettante e densa di emozioni, quella giocatasi ieri sera. Padroni di casa in vantaggio con Kamate (2-0), gli ospiti rispondono trovando subito il 2-2. Matera centra i due tiri liberi e porta i propri compagni sul 6-4. Poco dopo con capitan Capitanelli viene agguantato l’8-6. Del Prete con una bomba da 3 spinge gli abruzzesi sul 13-11, ma i molisani cominciano a staccare gli avversari: il primo time out viene chiamato sul 15-22 per noi. Poi si riprende, ed è ancora una tripla di Del Prete a far accorciare le distanze ai biancazzurri: 18-22. Il divario si riduce ulteriormente grazie a Stefanov, che ne fa 2 su 2: 20-22. Infine Cisse consente alla squadra adriatica di chiudere il primo quarto sul 22-24.

Si riprende, e Doglio con due bombe da 3 eleva Isernia prima sul 22-27 e poi sul 22-30. Ranitovic centra 1 tiro libero su 2, ed è 23-30. Sul 23-35 viene nuovamente chiamato il time out, poi Matera sigla il 25-35. Il Pescara non si perde d’animo, ed è Stefanov a salire in cattedra per il 31-37 e, poco più avanti, per il 34-39 con un canestro da 3 lunghezze. Il time out sul 36-39 permette di rifiatare, e con Stefanov ci si avvicina ancora: 38-39. E’ un match che si combatte punto a punto. Time out sul 40-41, quando mancano 11 secondi alla fine del secondo tempo. Si va all’intervallo lungo sul 40-43.

La musica cambia a partire dal terzo tempo. Matera fa raggiungere ai suoi il pareggio (45-45) con un’altra bomba da 3, seguìto da Del Prete: un tiro da 3 che vale il 50-53. A quel punto i ragazzi di coach Di Tommaso iniziano a prendere in mano il pallino del gioco e mettono la freccia sui pentri: Ranitovic sigla il 59-53, Capitanelli il 60-53 con un tiro libero e poi Stefanov sale fino a 62-53. Di nuovo Capitanelli la mette dentro a fil di sirena per il 64-60 che chiude la frazione, questa volta vedendo loro in vantaggio. Ci si immerge dunque nell’ultimo tempo: Del Prete, ispiratissimo, è ancora una volta letale da 3 e segna il 67-60. Doglio da 3 mette paura perché fa sì che Isernia si avvicini (69-67), poi viene chiamato un altro time out.

Pinelli ne fa 1 su 2 ed è 75-69, ma Matera da 3 vola fino al 78-69. Viene chiamato il time out, poi tocca a Ranitovic acciuffare l’80-69 con 2 tiri liberi su 2. Alla fine il palazzetto può esplodere: vince la Pescara Basket 80-71. Ma la New Fortitudo Isernia incassa i complimenti della società: “Sebbene i risultati non siano stati all’altezza delle aspettative, ciò non toglie che sia stata una stagione densa di significato”, si legge in una nota. “È tempo di analizzare attentamente gli errori commessi, ma anche di celebrare i successi, come il brillante esordio in serie B interregionale di Samuele Pinelli, uno dei nostri gioielli delle giovanili. Il suo nome inciso tra i marcatori è un segno tangibile del talento e della dedizione dei nostri ragazzi. È ora di guardare al futuro con determinazione, investendo nei nostri giovani e preparandoci con fervore per la prossima stagione. Siamo pronti a rialzarci e a dimostrare il nostro valore sul campo. Forza, Isernia!”.