Isernia, Natale sicuro: un arresto e sei denunce per furto e droga

carabinieriISERNIA – Continua senza sosta l’attività dei Carabinieri per garantire un Natale sicuro a cittadini e vacanzieri in tutta la provincia di Isernia. Ai tre arresti eseguiti nelle ultime ore, uno per furto aggravato e due per tentata estorsione, alle cinque denunce a piede libero per reati vari, al sequestro di stupefacenti e materiali esplodenti, e al recupero di refurtiva di ingente valore, si aggiunge l’operazione odierna che ha portato all’arresto di un pregiudicato e alla denuncia alla competente Autorità Giudiziaria di altre quattro persone per reati che vanno dal furto in abitazione alla truffa aggravata, dalla guida in stato di ebrezza allo sfruttamento di lavoratori in nero.

A Venafro, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno arrestato un 30enne del posto, per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione illegale di sostanze stupefacenti. Il giovane ha tentato di sottrarsi al controllo dei Carabinieri, che dovevano eseguire una perquisizione all’interno della sua autovettura, dove hanno poi trovato occultato un involucro contenente alcune dosi di cocaina. La droga è finita sotto sequestro mentre il 30enne è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Isernia.

A Cantalupo nel Sannio, i militari della locale Stazione, hanno denunciato una 25enne di origine rumena, residente a Napoli, in quanto stava perpetrando un furto all’interno di un’abitazione, mentre a Frosolone, i militari della locale Stazione, hanno denunciato un 45enne ed un 27enne del beneventano, i quali stavano portando a compimento una truffa ai danni di un pensionato, spacciandosi per funzionari dell’Enel. Per guida in stato di ebrezza alcolica, a Pettoranello del Molise, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno denunciato un 40enne di Isernia, e per lo stesso reato a Venafro, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno denunciato una 24enne isernina.

Per entrambi è scattato il ritiro della patente di guida e il sequestro del veicolo. Infine a Montaquila, i militari della locale Stazione congiuntamente a personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro dell’Arma, hanno denunciato un 35enne di Isernia, imprenditore edile, per sfruttamento di lavoratori in nero e violazioni alle norme previste per la sicurezza sui luoghi di lavoro.

Infine numerosi posti di blocco sono stati istituiti lungo le arterie principali che collegano la provincia di Isernia con i comuni dell’alto casertano, Capriati a Volturno, Ciorlano, Presenzano, San Pietro Infine, Gallo Matese e Letino, sottoposti ad accertamento ottanta veicoli in transito e identificate centodieci persone tra conducenti e passeggeri, nei casi sospetti eseguite perquisizioni per la ricerca di armi, droga e refurtiva.