Maltempo nel venafrano: inizia la conta dei danni

12168161_10206352650567346_889548073_nVENAFRO – Giornata che ha destato non poca preoccupazione nella popolazione a causa del violento nubifragio che si è abbattuto sul venafrano già dal primo mattino.

L’allerta meteo, diramata nella serata di ieri, non è bastata ad evitare gli ingenti danni dovuti ai quasi 130 mm di pioggia che hanno letteralmente invaso la cittadina e i paesi confinanti.

Numerosi sono stati gli interventi ad opera delle forze dell’ordine e  dei volontari dell’Associazione Nazionale VVFF in Congedo Delegazione di Venafro.

12166018_10206352650687349_458139815_nI tombini della cittadina non hanno retto al passaggio della grande quantità d’acqua e detriti accumulatasi via via nelle condotte fognarie. A metà mattinata quasi la metà degli scantinati delle abitazioni della periferia risultavano invase dall’acqua.

Destano preoccupazione anche le colture e gli uliveti della zona: proprio in questi giorni, infatti, aveva avuto inizio la raccolta delle olive.

Le strade di collegamento fra Venafro e i paesi circostanti sono state rese impraticabili in un lasso di tempo brevissimo, ciò dovuto anche all’aumento del livello delle acque del Torrente Rava e dei canali di scolo.

A fine giornata è iniziata la conta dei danni in uno stato di preoccupazione con lo sguardo attento puntato sulle previsioni meteo dei prossimi giorni.