A Capracotta si ripercorrono i luoghi attraversati dai prigionieri in fuga per raggiungere gli alleati sul Trigno

22

CAPRACOTTA – Domenica 20 ottobre, come un anno fa, verranno ripercorsi i luoghi che furono attraversati nell’autunno 1943 dai prigionieri in fuga dal Sangro per raggiungere gli alleati sul Trigno. Si farà questa interessante escursione con il pensiero a quanto accadeva 76 anni fa, in quella terribile guerra che colpì così duramente anche Capracotta. Il 4 novembre, infatti, ci fu la barbara esecuzione dei fratelli Rodolfo e Gasperino Fiadino e, dopo qualche giorno, dall’8 al 12, la distruzione del paese.

Uno dei prigionieri in fuga dal campo di Sulmona, Uys Krige – ufficiale sudafricano e corrispondente di guerra delle truppe inglesi – racconta con dovizia di particolari nel suo libro “The way out”, tradotto in italiano con il titolo “Libertà sulla Maiella”, i momenti della fuga verso il Trigno: “Guarda… ho preso di mira quelle stelle lassù. Capracotta giace proprio sotto di esse. So dove vado e ti ci porterò prima dell’alba”.

Sono state quelle descrizioni così precise a consentire la ricostruzione dell’itinerario percorso dai prigionieri. Quei luoghi oggi – grazie al lavoro di tanti volontari – sono diventati un sentiero facilmente percorribile all’interno di scorci paesaggistici straordinari. L’obiettivo è di fare di questo appuntamento una tappa fissa dell’autunno.