A Mirabello Sannitico la prima comunità energetica rinnovabile del Molise

20

FotovoltaicoMIRABELLO SANNITICO – Con l’installazione di pannelli solari su due imprese nella zona artigianale di Mirabello Sannitico si è dato il via alla nascita della prima comunità energetica rinnovabile del Molise. Aggregando utenti privati ed anche un edificio comunale, l’amministrazione, con il Gal Molise verso il 2000 e il supporto della cooperativa Energy4Com, ha costituito la comunità “Miracer”. La comunità energetica è un raggruppamento di utenti che, tramite la volontaria adesione, collaborano con l’obiettivo di produrre, consumare e gestire l’energia attraverso uno o più impianti energetici rinnovabili locali. Scopo dell’iniziativa: auto-produrre e fornire energia rinnovabile a prezzi accessibili ai membri. Nel contempo sono state mappate le coperture pubbliche su cui potranno essere realizzati nuovi impianti e stimato il fabbisogno elettrico.

Sulla base dell’analisi di fattibilità economica che sarà presentata e delle adesioni che si raccoglieranno, l’Ente locale, i cittadini e le imprese potranno valutare l’opportunità di realizzare nuovi impianti aggregando nuovi consumer. Miracer è stata ufficialmente presentata anche al partenariato internazionale di progetto: il Comune di Tuzi (Montenegro), la Confindustria di Bari, Trani e Barletta e il Comune di Tirana (Albania). “Quella attuale rappresenta un’azione pilota per una progettazione di area più vasta che coprirà 59 comuni del nostro consorzio con l’obiettivo di accedere agli stanziamenti previsti dal Pnrr e del Fesr e con i soci privati”, il commento di Adolfo Colagiovanni, responsabile tecnico del Gal Molise Verso il 2000.

Per il sindaco del paese Angelo Miniello: “Non ci stiamo inventando cose impossibili. Intraprendiamo una strada che, in fin dei conti, non comporta alcun rischio ma solo opportunità. Ho sempre creduto che l’impegno, sempre dimostrato e messo in campo nelle politiche di efficientamento energetico comunali, passi anche per i comportamenti personali e per le conoscenze/consapevolezze che riusciamo ad acquisire come cittadini nei confronti di questo tema, oggi più che mai importante sia per la lotta al cambiamento climatico sia per il caro bollette che tutti stiamo vivendo”.