Abbandono rifiuti, nuovo intervento in contrada Fucilieri questa mattina

10

contrada fucilieri 3 marzo 2022TERMOLI – Nella mattinata di oggi giovedì 3 marzo sono stati rinvenuti rifiuti abbandonati in c.da Fucilieri nei pressi del ponte della ferrovia, nell’area ripulita appena due giorni fa dagli operatori della Rieco Sud. I rifiuti sono stati abbandonati presumibilmente nella giornata di ieri, dato che gli ultimi due interventi di pulizia risalgono al 24 febbraio e al primo marzo scorsi. Si tratta di cassette in cartone e in plastica e di sacchi di vario genere.

L’assessore all’Ambiente Rita Colaci dichiara: “Da un sopralluogo effettuato stamattina in c.da Fucilieri, abbiamo potuto constatare che sono stati nuovamente abbandonati rifiuti vari nel luogo esatto ripulito due giorni fa dagli operatori della Rieco Sud. La reiterazione del reato dimostra che alcuni cittadini se ne infischiano delle regole, del rispetto dell’ambiente, della comunità e di chi quelle regole – la maggior parte dei termolesi – le rispetta. Fatto salvo che faremo tutto il possibile per risalire agli autori di questo gesto scellerato e per sanzionarli in base alle disposizioni di legge, ci sembra corretto condannare pubblicamente questo fatto, nella speranza che possa fortificare il sentimento di coscienza civile che dovrebbe spingere tutti noi verso la giusta direzione”.

“Nel nostro territorio il sistema di gestione dei rifiuti è studiato in base alle caratteristiche e alle esigenze di ogni singola area. – continua il direttore della Rieco Sud Angelo Di Campli – I problemi sorgono con i casi che fuoriescono dalla regolare gestione dei servizi ambientali e in parte la vanificano. Si tratta di persone in malafede, non certo disattenti, che riversano i loro rifiuti nelle nostre strade e nell’ambiente. Con il loro comportamento deturpano l’ambiente, sia dal punto di vista estetico, sia da quello della salute. L’Amministrazione comunale e la Rieco Sud fanno la loro parte, ma è necessario che ciascuno di noi adotti comportamenti corretti e che denunci alle autorità competenti atti illeciti nei confronti dell’ambiente”.