Aggressione al dirigente medico del Veneziale, la solidarietà di D’Apollonio

28

ospedale veneziale

D’accordo su una maggiore sorveglianza negli ospedali. Tali intollerabili episodi non si devono ripetere e ci deve essere piena sicurezza per gli operatori del settore e per chiunque frequenti le strutture sanitarie

ISERNIA – “A nome dell’intera città di Isernia e mio personale, esprimo solidarietà al dr. David Di Lello, dirigente medico dell’ospedale ‘Veneziale’, vittima d’una violenta aggressione da parte d’un familiare d’un paziente. Un fatto molto grave e da condannare, avvenuto all’interno del nosocomio ai danni d’un medico durante l’esercizio delle sue funzioni, un professionista appartenente a quel mondo della sanità che tutti abbiamo elogiato per l’impegno e la dedizione durante questo periodo di emergenza epidemica. Ho appreso che il dr. Di Lello ha auspicato che vi sia maggiore sorveglianza negli ospedali. Non posso che essere d’accordo, affinché tali intollerabili episodi non si ripetano e ci sia piena sicurezza per gli operatori del settore e per chiunque frequenti le strutture sanitarie”. Lo riferisce in una nota Giacomo d’Apollonio, Sindaco di Isernia.