Alberto Iamartino fondò in Canada la “Great West Italian Importers”

78

alberto lamartinoSEPINO – Alberto Iamartino nacque a Sepino, in provincia di Campobasso, il 18 luglio del 1922. Combatté durante la Seconda Guerra Mondiale sia in Africa che in Europa. Nel 1952 emigrò in Canada dove, nel 1958, sposò Cristina che gli diede due figlie: Serafina “Sera” e Assunta “Sue”. Alberto Iamartino da subito ebbe l’intuizione di aprire una ditta di importazione di prodotti alimentari: la “Great West Italian Importers”.

La prima sede fu acquistata dal comune di Calgary (la più grande città della provincia canadese dell’Alberta). Successivamente trasferì l’attività in un magazzino più grande nel quartiere di Inglewood, sempre a Calgary, nelle vicinanze del quartiere italiano di Bridgeland. Alberto lavorò sodo e sempre con il fondamentale aiuto di Cristina sua moglie.

Negli anni fu affiancato nell’attività sia dalle due figlie che dai due generi: Mike (marito di “Sera”) e Giovanni (marito di “Sue”). Ancora oggi a Calgary la realtà “Great West Italian Importers” è, con grande successo, attiva. Oggi suddivisa in due rami che includono “The Italian Store” (la parte commerciale dell’azienda alimentare a conduzione familiare) e “Scarpone’s Quality Italian Foods” (importatore di prodotti da tutto il mondo).

Nel 2001 “The Italian Store” ha aperto un bar e una caffetteria (dispone di un’area salotto per 50 persone, offre pranzi caldi, espresso e gelato artigianale). Alberto Iamartino è morto, aveva 98 anni, a Calgary il 23 novembre 2020.

A cura di Geremia Mancini – presidente onorario “Ambasciatori della fame”