Anno giudiziario: dilaga il fenomeno della droga, crescono stalking e reati informatici

25

CAMPOBASSO – La vera emergenza è rappresentata dall’aumento dei reati connessi all’uso e spaccio di droga che a Campobasso e Isernia sono in preoccupante crescita, ma va evidenziato anche la crescita delle controversie per il riconoscimento della protezione internazionale. Sono alcuni dati emersi nel corso della cerimonia di inaugurazione dell’Anno giudiziario in Molise a Campobasso.

Dalle relazioni del Presidente della Corte d’Appello, Rossana Iesulauro, e dal Procuratore generale, Guido Rispoli, emerge un quadro, seppur non allarmante, ma da tenere sotto costante attenzione. Il Molise non fa registrare l’insediamento stabile di organizzazioni criminali, ma risente, nella zona dell’Isernino, Venafrano e sulla costa, di presenze di esponenti legati a vari clan.

Restano criticità negli organici che si registrano in tutti i Tribunali, Campobasso, Isernia e Larino (Campobasso) e in quello dei minorenni. Dalle relazioni è emerso anche un aumento dei reati informatici e stalking in tutta la regione.