“Arte, Gioco, Linguaggio” il 14 ottobre al Museo Sannitico

gdc 2018CAMPOBASSO – Sabato 13 ottobre 2018 al Museo Sannitico di Campobasso “Arte, Gioco, Linguaggio” evento organizzato dal Polo Museale del Molise (MiBAC) in collaborazione con l’ARATRO (archivio delle arti elettroniche laboratorio per l’arte contemporanea dell’Università degli del Molise) ed il network di Autumn Contamination.

L’evento, a cura di Susanne Maurer, Piernicola Maria Di Iorio e Luca Basilico, presenta in occasione della 14* Giornata del Contemporaneo, all’interno degli spazi del Museo Sannitico, in esclusiva, video di Gianfranco Baruchello, Piero Manzoni, Gruppo T, Lucia Romualdi e audio di Piero Mottola.

La Giornata prevede la presentazione del progetto da parte dei curatori, la performance musicale del musicista Angelo Miele (Conservatorio del Molise) e la chiusura posticipata del Museo Sannitico prevista alle ore 21.30.

Alla fine del concerto ci sarà un piccolo assaggio di vini offerto dall’Azienda Colle Sereno 1975 Organic Wines.

Elenco Film:

“Verifica Incerta” di Gianfranco Baruchello e Alberto Grifi (1964 – 1965)
“Filming Marchel Duchamp” di Gianfranco Baruchello (1964)
“Piero Manzoni Artista” di Andrea Bettinetti e Fondazione Piero Manzoni in collaborazione con Gagosian Gallery, prodotto da Sky Arte (2014).
“Gli ambienti del Gruppo T, le origini dell’arte interattiva” GNAM (2006)
“Platform K13A” di Lucia Romualdi, installazione MuHKA Museum Antwerpern (2002).

Audio:
“Correspondances” di Piero Mottola, Mauro Bortolotti e Giuseppe Chiari, Gangemi Editore.

Performance:
Angelo Miele, Conservatorio del Molise, Fisarmonica e Bayan

Elenco Brani:
Patrizio Esposito
Voyage III (2005)

Vladimir Zubitsky
da Carpathian Suite (1974)
III. Moderato assai, quasi Adagio
IV. Festivo a piacere

Programma:
Presentazione al pubblico della Gdc: Arte, Gioco, Linguaggio
Performance
Chiusura (21.30)

AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani è un’associazione non profit che riunisce 24 tra i più importanti musei d’arte contemporanea del nostro Paese. Nata nel 2003 con lo scopo di sostenere l’arte contemporanea e le politiche istituzionali legate alla contemporaneità AMACI si propone di consolidare ogni anno di più il suo ruolo di realtà istituzionale e di punto di riferimento per la diffusione dello studio e della ricerca artistica contemporanea in Italia e all’estero.