Arte In Strada, il bilancio della Festa dei Buskers a Mirabello 2022

58

arte in strada mirabello

MIRABELLO SANNITICO – Si è conclusa lo scorso 12 agosto a Mirabello Sannitico, la sesta edizione di Arte In Strada – La Festa dei Buskers, primo e unico festival buskers del Molise: la tanto attesa incursione artistica quest’anno ha fatto il suo ritorno dopo due anni di pandemia, coinvolgendo oltre quattromila presenze e regalando a tutti preziose e mirabolanti suggestioni.

Molti infatti gli spettatori accorsi nel piccolo borgo in provincia di Campobasso per assistere alla successione di spettacoli di ogni sorta, altrettanti gli abitanti del borgo che, dimostrando come ogni anno la loro meravigliosa accoglienza, hanno contribuito a popolare piazze, vicoli e strade di performance acrobatiche, clownerie, musica, teatro e spettacoli di nuovo circo.

Se proprio loro, di anno, in anno manifestano attraverso il loro entusiasmo, un forte legame con il festival, ad esprimere la più grande gioia e l’assoluta soddisfazione per l’ottima riuscita dell’evento è in primo luogo il promotore principale della manifestazione, il Sindaco Angelo Miniello che ha affermato: “L’importante quest’anno era ripartire e siamo felici di averlo fatto confermando il successo di pubblico delle passate edizioni. Abbiamo riproposto un format che funziona, ospitando però molti più artisti e più spettacoli delle passate edizioni. Per l’ottima riuscita della manifestazione ringrazio l’organizzazione e soprattutto tutti coloro che ieri hanno scelto di passare una serata speciale a Mirabello. Ringrazio inoltre l’Assessorato alle Politiche Culturali della Regione Molise che anche quest’anno ha cofinanziato l’evento attraverso l’avviso pubblico Turismo è Cultura”.

Un’esplosione artistica di immensa portata quella che ha invaso i luoghi di Mirabello a partire dalla parata iniziale di tutti gli artisti che, con musica, danza e giocoleria, che ha percorso le strade di Mirabello dando il via a una giornata all’insegna dello stupore, piena di colpi di scena.

Strabiliato dai giochi pirici del Circo Cerini della Compagnia Creme & Brulè, e sbalordito dinanzi alle performance aeree straordinarie acrobazie di Metamorfosi di Ametè Periozzi; il pubblico ha poi acclamato lo spettacolo Cirano di Eduardo Ricciardelli per il quale ha richiesto più di una replica. Lo stesso è accaduto per Giulio Linguiti con il suo Cyr, e per Brillo Funambolo che ha sfidato la gravità con il suo spettacolo di circo su filo teso.

Così come vertiginose sono state le allieve della scuola Odette diretta da Erica Manocchio nella loro performance di tessuto aereo; altrettanto sorprendente è stata la danzatrice Arianna Balestrieri, mentre lo spettacolo di giocoleria di Malabriano ha lasciato tutti a bocca aperta. Grande partecipazione anche per lo spettacolo di Yuri che si è magicamente esibito con le sue bolle si sapone, e per la fire-performance di Carlo Terzo.

Tutta la piazza ha ballato sulle note della musica della band Trickster&Bandabilly, per poi immergersi in strada, nell’atmosfera sognante e nelle percussioni oniriche della musica di Shanti legata al particolarissimo strumento dell’hang.

Nessuna esitazione dunque nel confermare come ogni anno, la decisiva importanza della festa dei Buskers di Mirabello come evento fondamentale in grado di rinnovare con il passare degli anni l’armonia, la coralità e la partecipazione del territorio che la ospita.