Asrem, Florenzano su programmazione e approvvigionamenti [VIDEO]

54

oreste florenzano

CAMPOBASSO – Il Direttore Generale dell’Azienda sanitaria regionale del Molise (Asrem) dott. Oreste Florenzano ha realizzato un videomessaggio dove ha fatto il punto della situazione e ringraziamenti per tutti quelli che stanno operando in prima fila. Ecco quanto ha dichiarato: “Innanzitutto il plauso sempre assolutamente agli operatori sanitari, medici, infermieri, tutti che stanno dando l’anima e io li ringrazio e li ringrazierò sempre. Poi c’è un lavoro di squadra importantissimo l’indagine epidemiologica che è quella che ci consente di fare le scelte opportune, di monitorare i casi, di riscontrare classe, di determinare Le Corti. É tutto super importante”.

“Poi c’è la programmazione, la programmazione è stata molto faticosa perché la programmazione coinvolge diversi soggetti e anche su questo punto siamo stati super attivi. Abbiamo visto la conclusione di fine con il decreto commissariale che ha definito anche la quarta fase. Poi c’è il capitolo degli approvvigionamenti di materiali e questo ringraziamo la Protezione Civile per quello che sta facendo e anche devo ringraziare tutta la struttura Asrem che si occupa di queste quest’aspetto perché noi in aggiunta a quello che ci fornisce una Protezione Civile compiamo sforzi quotidiani di lotta sul mercato per reperire materiali e dispositivi di protezione, tamponi e tutto quello di cui noi abbiamo un’estrema urgenza e bisogno.

Poi c’è l’approviggionamento di persone quindi l’ambito reclutativo del personale. Stanno lavorando tutti indefessamente e abbiamo avuto un’ottima risposta della persone, oss, infermieri. Infine importantissimi sono gli interventi che abbiamo attuato con la Regione per la realizzazione del contatto dalle misure contenitive per le distanze sociali all’aiuto dei sindaci per i quali siamo in interlocuzione diretta sempre e dei provvedimenti che sono stati presi in casi più particolari per determinare le cosidette ‘zone rosse’. Sono gli strumenti che hanno consentito di mantenere limitato il contagio. Chiudo con gli interventi mirati a protezione del personale e delle fasce più fragili, per la messa in sicurezza degli anziani. Ringrazio tutti gli operatori delle RSA e case di riposo e di rispettare le regole. Uniti ce la faremo!”.