ATS Termoli, conclusa programmazione PON Inclusione Avviso 1/2019

13

ambito territoriale sociale termoli

TERMOLI – L’Ambito Territoriale Sociale di Termoli ha da poco concluso, con la rendicontazione finale, la sua programmazione PON Inclusione Avviso 1/2019 volta al contrasto della povertà sul suo territorio. La programmazione ha sostenuto la continuità nella gestione sociale del Reddito di Cittadinanza (RdC), attraverso l’impiego di professionisti che hanno accompagnato le famiglie percettrici del sostegno in questa delicata fase caratterizzata dalla pandemia da Covid-19. L’ATS di Termoli nello specifico ha investito sul potenziamento dei servizi per la presa in carico degli interventi sociali, attraverso il rafforzamento del servizio sociale, la creazione delle equipe multidisciplinari per la presa in carico e interventi sociali di assistenza educativa e assistenza educativa territoriale. Il Progetto ha visto impiegati n. 2 assistenti sociali, n. 2 psicologi, n. 1 educatore equipe e n. 4 educatori per le attività di assistenza educativa e n. 1 operatore per la mediazione interculturale. Si legge nella nota:

“Gli obiettivi della programmazione comunitaria PON riguardano il miglioramento delle competenze dei componenti dei nuclei beneficiari e della loro occupabilità e l’incremento numerico e qualitativo dei servizi sociali e socio-sanitari. Le risorse comunitarie mirano, inoltre, a migliorare i servizi pubblici sociali, rendendoli più efficaci e più accessibili per le persone più svantaggiate; si prefiggono l’obiettivo di ridurre la disomogeneità dei servizi al momento disponibili nelle Regioni.

L’ATS di Termoli ha cercato di far suoi i principi contenuti nel Decreto Legislativo 147/2017, il Decreto di riferimento per le politiche di contrasto alla povertà, cercando di impostare la progettazione personalizzata dei nuclei percettori di RdC come l’esito di un processo di negoziazione con i beneficiari, di cui si favorisce la piena condivisione evitando tecnicismi e astrazioni. Tale processo si traduce nella definizione di un progetto condiviso con i beneficiari, con lo scopo di promuovere la loro partecipazione e le loro potenzialità. L’ATS di Termoli si è prefissato l’obiettivo di sviluppare e migliorare le condizioni di benessere attraverso un approccio multidimensionale focalizzato su un modello di intervento incentrato sulla promozione dello sviluppo del cittadino e dell’intero nucleo.

Nel periodo di attuazione del Progetto PON Inclusione Avviso 1/2019, partito ad aprile 2021 e conclusosi a dicembre 2021, l’ATS di Termoli ha ricevuto un finanziamento di € 162.994,00.

È importante ricordare come questo importo che rappresenta il 100% di quello destinato sia stato garantito grazie all’ottima performance registrata dall’Ambito nella realizzazione del precedente Avviso 3 PON 2016. Se l’ATS di Termoli non avesse centrato gli obiettivi della precedente programmazione avrebbe avuto una decurtazione rispetto all’importo destinato. Alcuni Ambiti si sono visti riconoscere solo il 10% ad esempio. Dobbiamo evidenziare come la capacità di gestire e rendicontare le spese con fondi europei diventa cruciale per avere servizi territoriali a pieno regime e a sistema; questa sarà la questione cruciale anche per i fondi PNRR.

Nel periodo che va dal 01 aprile 2021 al 31 dicembre 2021 l’ATS di Termoli può mettere in evidenza e dare risalto a questi dati relativamente ai percettori RdC presi in carico:

Sono stati presi in carico 199 persone dai Servizi Sociali e dall’Equipe Multidisciplinare con 81 uomini e 118 donne. Le 199 persone appartengono a 110 nuclei, di questi 42 (il 38%) sono nuclei composti da una sola persona. Il dato nazionale registra un 44% (fonte INPS).
Dei 199 beneficiari RdC il 23% di questi utenti era un cittadino di origine straniera e l’11% era un cittadino disabile;

Per quanto riguarda l’età anagrafica delle persone prese in carico si è riscontata una percentuale molto alta nella fascia 25-54. Questa fascia rappresenta la “forza di lavoro” ed è quella più esposta a fragilità.

Per quanto riguarda i minori abbiamo 48 ragazze e ragazzi che rappresentano il 24% del totale. Guardando al numero di nuclei familiari che hanno almeno un minore nel proprio nucleo abbiamo 34 famiglie su 110 quindi il 30%. Il dato nazionale registra un 34% di famiglie con minori. Quindi il territorio dell’Ambito di Termoli si attesta sotto la media nazionale, con un 4% di minori in meno esposti a fragilità socio-economiche rispetto ai coetanei nazionali.

Analizzando l’indicatore scolarizzazione si osserva la percentuale più alta collocata nel titolo di studio di licenza media. Significativa è anche il numero delle persone diplomate, considerando che il numero delle persone con titolo elementare sono comprensive dei minori che stavano ancora frequentando la Scuola primaria. Un 10% è rappresentato da persone in possesso di un titolo di laurea. Il dato nazionale invece registra una media del 3%.

Possiamo sostenere che il 25% dei percettori RdC (Scuola Secondaria di II°+Laurea) presenta una formazione più spendibile per una ricollocazione lavorativa. Il dato nazionale parla di un 28%.

Per l’annualità 2022-2023 il PON Inclusione ha come target di riferimento interventi rivolti alle persone senza dimora o in povertà estrema e marginalità. L’ATS di Termoli ha progettato interventi di Housing First, fermo posta e iscrizione anagrafica. La presa in carico e la progettazione dei percettori RdC continuerà ad essere garantita grazie alle risorse del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali attraverso il Fondo Povertà”.