Basket: epilogo amaro della Dynamic a Roma, 73-66 il risultato finale

59

Al Discount Dynamic VenafroROMA – La Dynamic fallisce la prima impresa della nuova stagione, in una gara che si è mantenuta equilibrata fino ai minuti finali. Senza Laguzzi a referto, fuori per problemi burocratici legati al tesseramento, la Dynamic si presenta al PalaLuiss senza il lungo titolare. L’approccio iniziale è buono, il ritmo serrato e i primi cinque punti del match sono tutti gialloblù. Nella metà campo difensiva però, gli uomini di coach Mascio fanno fatica a difendere sui lunghi Martone e Beretta, specie nelle situazioni di mismatch, e ad arginare l’atleticità di Marcon, che vola al ferro e riporta i suoi in scia con il gioco da tre punti.

Rinaldi è decisamente l’uomo più ispirato in maglia Venafro: nel secondo quarto piazza tre bombe che tengono gli ospiti tenacemente abbarbicati alla partita. Si va nello spogliatoio al riposo lungo sul 37-35, con soli due punti di distacco tra le due formazioni.

Nella ripresa è Tamburrini a portare il risultato di nuovo in parità: la sua corsa in campo aperto gli permette di sfruttare i contropiede e spezzare fiato agli avversari, mentre la mano di Rinaldi continua a mandare nella retina i palloni che gli vengono serviti. Malgrado le due triple consecutive di Veccia, la Dynamic resta sopra per tutta la fine del terzo periodo, ma proprio nel finale Tamburrini è costretto ad uscire per infortunio e guarderà dalla panchina la fine della contesa.

Gueye viene cercato più spesso dai compagni, ma spreca il suo ultimo fallo dopo pochi minuti di gioco e lascia il posto a Sabetta. Solo tre elementi del quintetto titolare giocano il finale di gara. Rossi viene mandato in lunetta e non sbaglia, ma le palle perse pesano sull’andamento del match e i padroni di casa alzano il pressing difensivo soprattutto sui portatori di palla. Il tiro dall’arco di Moretti sembra riaccendere le speranze, ma le due triple di Bonaccorso gambizzano definitivamente gli avversari, che sbagliano i canestri decisivi e si ritrovano a rincorrere.

I falli negli ultimi secondi di gioco non fanno altro che aumentare il gap finale, finché la sirena suona sul risultato di 73-66. Un epilogo un po’ amaro per gli sforzi e la determinazione mostrata in campo dalla squadra, ma l’assenza del lungo titolare e la perdita di Tamburrini nei momenti decisivi della partita hanno contribuito a vanificare la discreta prestazione dei gialloblù.

La prossima settimana servirà a lenire l’amarezza e a trasformarla in forza per affrontare al meglio l’esordio in casa di domenica contro Salerno.

TABELLINO:

LUISS ROMA: Bonaccorso 8, Beretta 10, Scuderi 12, Martone 12, Veccia 9, Sorrentino ne, Faragalli 7, Marcon 9, De 6, Bristot ne, Di Fonzo, Feruglio ne.

DYNAMIC VENAFRO: Cancelli, Rinaldi 25, Rossi 9, Tamburrini 14, Gueye 6, Moretti 10, Sabetta, Minchella 2, Pirozzi ne, Carcillo ne, Bandera ne