BCC di Roma, premiati due ragazzi della Provincia di Isernia

63

Il Presidente Francesco Liberati: “Si tratta di un aiuto concreto ai giovani che si sono distinti negli studi, un buon viatico per la prosecuzione dei loro progetti di vita”

bcc romaISERNIA – Il 10 giugno, la Banca di Credito Cooperativo di Roma ha premiato con una cerimonia on-line 118 ragazzi e ragazze figli di soci della Banca che si sono laureati o diplomati nel 2020 con eccellenti risultati. La cerimonia è stata organizzata dal Laboratorio Giovani Soci della BCC di Roma. Sono ormai 20 anni che la Banca destina un riconoscimento per i figli dei soci che si siano diplomati o laureati entro i tempi e con il massimo dei voti. Per il biennio 2019-2020 sono stati stanziati quasi 80mila euro per i premi di Laurea e di Diploma, come segno di attenzione al territorio e ai giovani che lo vivono.

Due, in particolare, i ragazzi premiati della provincia di Isernia. Il premio in denaro sarà consegnato fisicamente a partire dal 14 giugno nelle rispettive agenzie di competenza. Si tratta di un aiuto concreto ai giovani che si sono distinti negli studi, un buon viatico per la prosecuzione dei loro progetti di vita.

“Ci sarà bisogno della vostra preparazione – ha detto il Presidente BCC Roma Francesco Liberati – perché il mondo che uscirà da questi anni di crisi e dalla pandemia globale dovrà essere ridisegnato su basi diverse: l’istruzione e la conoscenza sono le risorse fondamentali per affrontare questa ricostruzione”.

Liberati ha anche ricordato come BCC Roma, tenendo fede alla sua missione solidaristica e localistica, considera il supporto alla crescita formativa e professionale dei ragazzi un obiettivo morale, che va a beneficio non solo del singolo studente ma anche di tutta la collettività.

Presenti alla cerimonia anche il Direttore Generale Roberto Gandolfo e il Vicedirettore Generale Vicario Francesco Petitto. La serata era stata introdotta dall’intervento del giovane socio BCC Roma Pier Giorgio Bianchi, già vincitore del Premio di laurea e Amministratore unico di Talents Venture, che ha illustrato quali Facoltà universitarie siano più gettonate dai giovani e quali offrano maggiori sbocchi professionali.

Il Laboratorio Giovani Soci BCC Roma ha poi annunciato di aver messo a disposizione 10 posti gratuiti per il campus online di formazione OrientaWeek (dal 26 giugno all’8 luglio 2021), organizzato dalla società Talents Venture. Obiettivo: aiutare studenti e studentesse delle scuole superiori nella scelta del corso di laurea adatto a loro. Per usufruire dei posti riservati al Laboratorio Giovani Soci BCC Roma si può contattare info@talentsventure.com.

La Banca di Credito Cooperativo di Roma è la prima banca di Credito Cooperativo in Italia. Fondata nel 1954 con il nome di Cassa Rurale ed Artigiana dell’Agro Romano, opera nel Lazio, nell’Abruzzo interno e in cinque provincie del Veneto con 188 agenzie e 18 tesorerie. I soci sono oltre 37.500.

BCC Roma fa parte del Gruppo Bancario Iccrea, il più grande gruppo bancario cooperativo italiano con 132 Banche di Credito Cooperativo dislocate su 1.737 comuni, una rete di oltre 2650 sportelli, più di 4 milioni di clienti e 824 mila soci. Il Gruppo si colloca in Italia al terzo posto per numero di sportelli ed al quarto per attivi.

In base alla classifica stilata da Mediobanca ad ottobre 2020, BCC di Roma si è classificata al primo posto tra le banche di Credito Cooperativo per totale attivo, impieghi, raccolta, patrimonio netto, utile netto, numero sportelli.

Negli ultimi dieci anni i volumi intermediati hanno mostrato una dinamica di crescita continua: la raccolta totale e gli impieghi sono aumentati rispettivamente del 63% e del 98%.

Nel corso della pandemia la Banca ha erogato 370mila euro a favore delle strutture sanitarie di Lazio Abruzzo e Veneto, anche grazie al contributo di soci e clienti.

La Banca nella sua attività si ispira ai principi fondanti della cooperazione, quali la mutualità e la solidarietà, che si concretizzano nell’orientamento al cliente e nel radicamento sul territorio di riferimento, contribuendo a promuovere il benessere delle comunità dove opera e il loro sviluppo economico e culturale attraverso un’attiva azione di responsabilità sociale.